fbpx
Seguici sui Social

Pubblicità

Primo Piano

MES È scontro nell’opposizione tra Lega e Forza Italia

Pubblicato

in



Il Mes continua a creare divisioni nell’opposizione. Lega e Fratelli d’Italia insistono sul no al finanziamento europeo, Forza Italia è dell’idea di adoperarlo. Quest’ultima inoltre minaccia di non votare lo scostamento di bilancio se Conte dovesse di nuovo rinviare.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, durante un comizio parlando del Mes ha replicato a Forza Italia: “Al governo ci torniamo il prima possibile e il Mes lo fermeremo. Quelli del Mes sono i soldi del Monopoli. Quando giocavo da ragazzino ero ricchissimo, costruivo un sacco di alberghi. Ora ho 47 anni ma gli alberghi non li ho”. La capogruppo alla Camera Mariastella Gelmini ha ribadito: “Forza Italia ha un approccio pragmatico. Se le risorse del Mes ci sono, sono convenienti e senza condizioni, sarebbe un peccato non usarle. Noi abbiamo una posizione di buon senso. Queste risorse devono essere usate per prepararci nell’ipotesi, che ci auguriamo non accada mai, di una seconda ondata del virus. La verità è che Conte se la prende con la Merkel ma le divisioni sono tutte nella maggioranza”.

La presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini attacca: “A una settimana dalla chiusura degli Stati Generali il premier non ha ancora fissato la data per l’incontro con l’opposizione. E chissà se lo farà. Ma a luglio in Parlamento dovrà presentarsi sia per il nuovo scostamento di bilancio, sul quale evidentemente non ha intenzione di confrontarsi con noi, sia per le comunicazioni prima del consiglio europeo. Se sono vere le indiscrezioni di stampa secondo cui la risoluzione non conterrà riferimenti al Mes per non irritare i Cinque Stelle e rinviare tutto a settembre noi lo riterremmo un atto di totale irresponsabilità. Atto al quale Forza Italia sarebbe costretta a modificare il suo atteggiamento di collaborazione istituzionale con un governo che rema palesemente contro l’interesse nazionale. Per essere più chiara: in una situazione del genere non voteremmo lo scostamento di bilancio”.

Anche all’interno della maggioranza il Pd continua a premere per il si. Il presidente della Toscana, Enrico Rossi, sui social commenta: “Del Mes, che anche oggi domina il dibattito politico, ho già detto ieri che non prenderlo è demenziale o anche peggio. Il Pd deve farne una questione decisiva nella maggioranza. Per i 36 miliardi europei, a zero interessi da restituire in 10 anni, non ci sono condizioni se non l’impiego per spese dirette o indirette derivanti dalla pandemia. Quindi per la sanità, la scuola, la mobilità pubblica, la sicurezza nei luoghi di lavoro”.

IL MINISTRO DI MAIO SUL TAGLIO DEL CUNEO FISCALE

Continua a leggere
Pubblicità