Migranti trasferiti al Celio di Roma. In protesta il comitato di quartiere

Il comitato difesa Esquilino-Monti, insieme alla Lega del municipio I, ha promosso un sit-in di protesta con incatenamento di fronte all’ospedale militare Celio dove sono stati trasferiti i cittadini del Bangladesh provenienti dagli sbarchi in Calabria

La protesta si terrà oggi dalle 17 in piazza Sanità Militare al Celio alla presenza di esponenti della Lega di Roma. Lo annuncia Augusto Caratelli, presidente del ‘comitato difesa Esquilino-Monti’. “Perché i cittadini del Bangladesh, invece di essere sistemati su navi ospedali e curati in pieno isolamento, vengono ricoverati al centro di Roma in una città che ha cinque milioni di persone con il rischio di contagio? La zona dove sono ricoverati i cittadini del Bangladesh è un’area turistica vicina al Colosseo con ristoranti, hotel ed aree archeologiche dove solitamente esiste una concentrazione di turisti provenienti da tutto il mondo. La notizia, che sta circolando rapidamente, potrà pertanto creare problemi al commercio e al turismo”.