Truffe ai migranti, “nonnina” di 72 anni denunciata

Denunciata a piede libero “Nonna Angelica”, 72 anni, la truffatrice seriale di migranti.

È stata trovata in possesso di 3 telefonini intestati a prestanome e documentazione contabile di svariati pagamenti ricevuti dalle vittime, tutti migranti: “Nonna Angelica”, 72 anni, con precedenti, è stata denunciata a piede libero per truffa. La donna sfruttava la poca conoscenza della lingua delle sue vittime e la loro situazione di necessità. Falsi documenti, furto d’identità e truffe ai danni di stranieri tra i precedenti che la 72enne aveva alle spalle. La sua ultima vittima un senegalese di 36 anni, impiegato a tempo indeterminato in un’officina e da anni in Italia, che aveva presentato un’autorizzazione prefettizia per diventare cittadino italiano, non sapendo fosse contraffatta. La direzione centrale dei Servizi Civici di Milano ha quindi avvisato la Squadra Interventi speciali della Polizia Locale che ha avviato le indagini. L’uomo ha spiegato di aver ottenuto il documento contraffatto da una signora, presentatagli da un connazionale come funzionaria della prefettura in grado di aiutarlo nella pratica, per la modica cifra di 2000 euro. Gli agenti hanno successivamente continuato con le indagini ed effettuato pedinamenti e accertamenti mirati, riuscendo infine ad arrivare a quella che si faceva chiamare “Nonna Angelica”. La 72enne è stata sorpresa mentre tentava di raggirare un’altra vittima ed è stata denunciata a piede libero per truffa.

SEGUICI SU TWITTER