Seguici sui Social
PUBBLICITA


Coronavirus

CORONAVIRUS Chiuso il Lido di Enea dopo un contagio

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


CORONAVIRUS Chiuso il . Una ragazza ventiquattrenne romana, risultata positiva, ha frequentato negli ultimi giorni la spiaggia in concessione alla Lega Navale.

Chiuso il Lido di Enea dove una ragazza è risultata positiva al Coronavirus. La giovane, rientrata da Porto Rotondo, stava trascorrendo un periodo di vacanza a . Accusati i sintomi del contagio si è recata al pronto soccorso per sottoporsi ad accertamenti ed è risultata positiva al tampone. Il Lido d’Enea, che ha anche un contenzioso con il Comune per via della contestazione di alcuni abusi edilizi e il conseguente avvio della dichiarazione di decadenza della concessione, è stato chiuso in via precauzionale e sanificato. L’Asl sta ricostruendo i contatti della ragazza e sta procedendo a mettere in isolamento preventivo tutti coloro che hanno avuto rapporti con lei. Per quanto riguarda il lido non c’è particolare preoccupazione. Nei giorni scorsi, dopo i casi dei due bagnini positivi in uno stabilimento balneare e in un chiosco di Sabaudia, un cliente contagiato anche nello stabilimento ‘Saporetti’, sempre a Sabaudia. Subito fatti i tamponi al personale che aveva avuto contatti con il cliente. Tutti i tamponi sono risultati negativi. A San Felice Circeo dopo i due giovani romani risultati positivi al rientro dalla Sardegna riscontrata un’altra positività. Anche in questo caso si tratta di una giovane romana di ritorno dalle vacanze che ora si trova nella sua casa al Circeo.

TERRIBILE INCIDENTE AD OSTIA

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

COVID Boccia: “Non è eresia far nascere Gesù 2 ore prima”

Avatar

Pubblicato

il

Di



Il Ministro Francesco Boccia nel corso del vertice tra regioni ed enti locali sulla possibilità di un coprifuoco a Natale

“Seguire la messa, e lo dico da cattolico, due ore prima o far nascere Gesù bambino due ore prima, non è eresia. Eresia è non accorgersi dei malati, delle difficoltà dei medici, della gente che soffre: questa è eresia”, ha dichiarato il Ministro Boccia nel corso del vertice tra regioni ed enti locali, secondo quanto appreso da Dire. “Non facciamo i sepolcri imbiancati. Papa Francesco ha dato un esempio bellissimo la scorsa pasqua, a partire dalla via crucis. Il Natale non si fa con il cronometro, è un atto di fede”.

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA