fbpx
Seguici sui Social


Ultime Notizie

Chiara Ferragni, il Codacons denuncia l’influencer per offesa al sentimento religioso

Avatar

Pubblicato

il

Chiara Ferragni denunciata per blasfemia
PUBBLICITA


Sotto accusa il fotomontaggio che la vede raffigurata come una Madonna con Bambino

Chiara Ferragni di nuovo nei guai con il Codacons. Già nei mesi scorsi infatti, erano finite nel mirino dell’associazione per i consumatori le raccolte fondi organizzate dai Ferragnez su Gofundme per un nuovo reparto di terapia intensiva per i malati di Coronavirus.
Questa volta invece sotto accusa è il fotomontaggio, pubblicato su Vanity Fair e sui social dell’influencer, che la ritrae nei panni di una Madonna dipinta da Giovanni Battista Salvi (detto il Sassoferrato) nel 1660.
Il Codacons ha quindi denunciato Chiara Ferragni per blasfemia e offesa al sentimento religioso: l’esposto è stato inviato anche a Papa Francesco.
Durissime le parole che hanno accompagnato la denuncia: «Presentiamo un esposto alla Procura della Repubblica e al Ministro dei beni culturali Dario Franceschini affinché intervengano su quella che non è una provocazione, ma una grave mancanza di rispetto per i cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere. L’immagine che raffigura la Ferragni nei panni di una moderna Madonna con bambino sfrutta la figura della Madonna e la religione a scopo commerciale, essendo noto come la Ferragni sia una vera e propria macchina da soldi finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi commerciali e indurre i suoi follower all’acquisto di beni».

Continua a leggere
Pubblicità

Ultime Notizie

Sequestrata 13 kg di marijuana: veniva nascosta tra l’erba light

Avatar

Pubblicato

il

Sequestrata 13 kg di marijuana


Sequestrata 13 kg di marijuana che veniva nascosta nell’erba light per farla confondere: arrestati padre e figlia

Sequestrata 13 kg di marijuana – Gli agenti del Commissariato di Fiumicino, diretto da Catello Somma durante un normale controllo per controllare la regolarità della commercializzazione di canapa a Furbara, hanno individuato un capannone in affitto di color nero predisposto per lo stoccaggio e l’essiccamento dell’erba light. I titolari, oltre a possedere questo esercizio, hanno anche diversi campi per la coltivazione nel Comune di Fiumicino. All’interno del capannone, sono state trovate 2339 cassette piene di canapa per un peso totale di circa 6 quintali, ventilate da 12 potenti ventilatori e 8 deumidificatori.

PROSEGUE

La pattuglia, ha deciso di approfondire le verifiche dopo aver visto qualcosa di sospetto nell’essiccamento che al primo impatto sembrava incompatibile o superfluo per la ommercializzazione e la legge n. 242 del 2016 considera lecita solo la canapa delle varietà iscritte nel catalogo comune della specie di piante agricole. Così, hanno preso un campione della sostanza per sottoporlo al narcotest al Reparto Antifrode e Controlli dell’Agenzia Dogane Monopoli dell’aeroporto di Fiumicino e questo, è risultato positivo al principio attivo THC. Il capannone è stato immediatamente sequestrato.

Da successivi controlli effettuati con l’aiuto di un consulente tecnico nominato dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, è emerso che tra l’ “erba light” vi erano nascosti quasi 13,5 Kg. di marijuana con un principio attivo notevolmente superiore a quello consentito, idonei al confezionamento di circa 7000 dosi. I titolari dell’azienda agricola sono stati iscritti nel registro degli indagati per produzione illegale di sostanze stupefacenti. Le investigazioni sono tutt’ora in corso e i poliziotti stanno verificando se la sostanza fosse destinata a rifornire “negozi” o se invece fosse indirizzata direttamente allo spaccio.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA