Seguici sui Social

Ciao, cosa stai cercando?

Cronaca Roma

Coronavirus

COVID LAZIO Contagi, trend più che raddoppiato da agosto


PUBBLICITA

COVID LAZIO Contagi, trend più che raddoppiato da agosto.

COVID LAZIO CONTAGI – La pandemia si è spostata. Le regioni del Mezzogiorno hanno infatti visto passare i propri casi dai 16.491 di fine luglio ai 38.139 attuali. Un incremento, sul totale nazionale, di ben 5 punti percentuali, dal 6,6% all’11,7%. In controtendenza invece la Lombardia, scesa dal 39 al 33,2%. Dato importante anche quello del Lazio, passato dal 3,5 al 5,4% dei casi italiani: dagli 8647 accumulati fino a luglio, la nostra regione è schizzata a 17.509. Ma in generale a preoccupare è tutto il Sud: in Campania, ad esempio, i positivi sono triplicati negli ultimi due mesi (da 4.999 a 14.337). Stesso discorso per la Sardegna (da 1.404 a 4.229), mentre più del doppio se ne registrano in Basilicata (da 452 a 920) e Sicilia (da 3.288 a 7.681). Bis sfiorato invece in Calabria (da 1.266 a 2.063) e Puglia (da 4.611 a 8.234). Dati insomma allarmanti quelli elaborati dall’Unsic, tramite il proprio ufficio comunicazione.

Il Covid ha ripreso a correre – spiega il presidente del sindacato, Domenico MamoneIl numero dei contagiati cresce da ormai nove settimane. Lo spostamento geografico è la novità più evidente: prima dell’estate, infatti, l’infezione era concentrata prevalentemente a Settentrione, con quasi la metà dei casi in Lombardia. Oggi invece preoccupa l’evoluzione nel Meridione, la cui condizione ospedaliera non è tra l’altro assimilabile a quella lombarda o veneta. L’attendismo è deleterio: bisogna mettere subito in campo delle proposte, perchè le previsioni non sono allettanti“.



A preoccupare, secondo Mamone, è soprattutto la crescita dei numeri nelle scuole: “In Francia le scuole sono state aperte due settimane prima di noi. Secondo la Santè Publique, i cluster negli istituti sono stati 285 su 899, il 32% del totale. Un dato emblematico per un paese con 17mila contagi. Da noi invece il Ministero ha appena iniziato a fare un censimento. Al momento, il dato più significativo è quello del Lazio, con 336 contagiati in 296 plessi. Proiettando il dato a livello nazionale, saremmo a non meno di 3mila casi, con 55mila docenti e studenti in quarantena“.

Il presidente però non auspica un nuovo lockdown, funesto per l’economia e per il suo difficile equilibrio con la tutela della salute pubblica. Propone invece interventi per rafforzare la digitalizzazione, soprattutto al Sud, e il contenimento di spostamenti e contatti diretti. “Preservare maggiormente studenti, professori e personale ausiliario – conclude – tutelerebbe maggiormente genitori e nonni a causa dei possibili contagi familiari, prima modalità d’infezione“.

Ti potrebbe interessare

Coronavirus

Avevano organizzato in un ristorante un banchetto di compleanno con 45 invitati: tutti multati Roma, quartiere Tor Vergata. In un ristorante etnico della zona...

Coronavirus

Vaccino Johnson&Johnson nel Lazio il 19 aprile: “Andrà alle carceri”. Vaccino Johnson&Johnson nel Lazio il 19 aprile. Ad annunciarlo l’Assessore alla Sanità D’Amato, nel...

Ultime Notizie Roma

Buone notizie per il Lazio, rispetto a mercoledì scorso si registra un netto calo dei positivi Bollettino Covid per la Regione Lazio: dati incoraggianti...

Coronavirus

Vaccino Johnson & Johnson in farmacia per i 40enni: le dichiarazioni di D’Amato Regione Lazio, campagna vaccinale anti-Covid. Dal prossimo mese partiranno le prenotazioni...