Seguici sui Social

Coronavirus

Covid, D’Amato: chiusura locali alle 18 almeno fino a Marzo

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


L’assessore alla Sanità del Lazio si lancia in pronostici per poi ritrattare; immediate le reazioni degli esercenti

Roma. Il coprifuoco alle 18 per bar, locali e ristoranti dovrà continuare fino alla prossima Primavera. Questo il pensiero espresso in un’intervista rilasciata oggi al Messaggero dall’Assessore alla Sanità del Lazio. D’Amato si è infatti spinto in un pronostico temporale forse prematuro. La notizia ha suscitato immediato clamore mediatico, tanto da sollevare forti proteste dai rappresentanti di categoria. “Così si distrugge la poca fiducia nel futuro che ancora hanno i ristoratori”, ha dichiarato Valter Giammaria di Confesercenti., una delle tante voci che si è levata contro la dichiarazione di D’Amato. Viste le polemiche, la smentita non si è fatta attendere. Ed è arrivata ad opera del vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori. “Nessuna chiusura dei locali fino a marzo. Stiamo monitorando costantemente i risultati della curva dei contagi e fino al 15 gennaio è in vigore l’ultimo del governo. Solo allora decideremo come intervenire, e non certo autonomamente, ma in sintonia con le altre Regioni e con il governo come abbiamo sempre fatto“, ha dichiarato. Leodori cerca di rassicurare i commercianti: “Sicuramente lavoreremo per scongiurare misure ancora più restrittive per i cittadini della nostra Regione già notevolmente messi a dura prova”, ha promesso.


Coronavirus

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid: 10 multati

Avatar

Pubblicato

il

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al : 10 multati.

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid. E’ questo solo uno degli episodi che hanno visto impegnati ieri sera gli uomini della Polizia locale capitolina. Gli agenti stanno intensificando i controlli a tutela della salute pubblica, intervenendo a più riprese per far rispettare le misure di contenimento dell’epidemia. Soltanto nella serata di ieri sono stati elevati oltre 30 verbali: i motivi, oltre alla trasgressione delle disposizioni anti contagio, anche il consumo in strada di alcolici.

Azioni si sono registrate in particolare nelle piazze San Callisto e Santa Maria in Trastevere: qui gli agenti hanno infatti sciolto alcuni assembramenti e isolato temporaneamente le aree. 20 i ragazzi fermati e sanzionati, cui non è bastato tentare di dileguarsi tra le vie del quartiere.

Interventi simili anche a San Lorenzo, in piazza dell’Immacolata e a Piazza Testaccio. Proprio in quest’ultima location, poco dopo le 19, è stato identificato un gruppo di persone che stava partecipando ad una festa di laurea all’aperto. Allertati, gli agenti hanno ravvisato anche il consumo di alcolici in strada. Circa 10 le sanzioni elevate.

I caschi bianchi proseguiranno ora i controlli secondo il piano di vigilanza a tutela della salute pubblica predisposto dal Comando Generale.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA