Seguici sui Social

Coronavirus

Covid Ippolito (Spallanzani): “Niente vaccino per i già contagiati”

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


() fa un importante annuncio in merito al di prossimo arrivo.

Covid Ippolito (Spallanzani) ai microfoni di Radio1: “Chi ha avuto la malattia non deve vaccinarsi, perchè ha sviluppato anticorpi naturali. Semmai ne dovrà controllare il livello e, quando dovessero scendere, si può riconsiderare la vaccinazione“.

Secondo il direttore scientifico dell’INMI, il vaccino dovrebbe arrivare entro l’inizio dell’estate, a meno di intoppi nelle fasi predisposte. La vaccinazione però, precisa, non sarà di massa: “Entro l’estate avremo dei vaccini opzionati: i vaccini infatti non arrivano tutti insieme e non tutti hanno iniziato contemporaneamente lo sviluppo“.

La somministrazione, inoltre, potrebbe dover essere ripetuta: “Le persone potrebbero usare un vaccino diverso dopo essersi vaccinate. E’ una circostanza che si è già verificata con altri vaccini. Quando le persone non rispondevano, o si raddoppiava la dose o si usava un altro vaccino. Alle conoscenze attuali, per tutti la seconda dose dovrà essere dello stesso vaccino“.

Quanto infine alla scelta, i criteri attuali non hanno ancora stabilito un vaccino ‘preferito’. Qualunque venga scelto però non dovrà essere soltanto efficace: “Siamo già fortunati ad averne uno che ha dimostrato su decine di migliaia di persone di poter ridurre la malattia. Adesso è presto per dire ‘questo vaccino è migliore per questa categoria’. Quando conosceremo la modalità di riduzione, la risposta e il grado di immunità delle singole persone, allora potremo iniziare a dirlo“.


Coronavirus

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid: 10 multati

Avatar

Pubblicato

il

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al : 10 multati.

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid. E’ questo solo uno degli episodi che hanno visto impegnati ieri sera gli uomini della Polizia locale capitolina. Gli agenti stanno intensificando i controlli a tutela della salute pubblica, intervenendo a più riprese per far rispettare le misure di contenimento dell’epidemia. Soltanto nella serata di ieri sono stati elevati oltre 30 verbali: i motivi, oltre alla trasgressione delle disposizioni anti contagio, anche il consumo in strada di alcolici.

Azioni si sono registrate in particolare nelle piazze San Callisto e Santa Maria in Trastevere: qui gli agenti hanno infatti sciolto alcuni assembramenti e isolato temporaneamente le aree. 20 i ragazzi fermati e sanzionati, cui non è bastato tentare di dileguarsi tra le vie del quartiere.

Interventi simili anche a San Lorenzo, in piazza dell’Immacolata e a Piazza Testaccio. Proprio in quest’ultima location, poco dopo le 19, è stato identificato un gruppo di persone che stava partecipando ad una festa di laurea all’aperto. Allertati, gli agenti hanno ravvisato anche il consumo di alcolici in strada. Circa 10 le sanzioni elevate.

I caschi bianchi proseguiranno ora i controlli secondo il piano di vigilanza a tutela della salute pubblica predisposto dal Comando Generale.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA