Seguici sui Social

Coronavirus

COVID Meloni respinge le accuse della Cina: “Chiederemo conto a loro della nascita del virus”

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


vuole vederci chiaro e respinge le accuse lanciate dalla .

“La Cina sta avviando una campagna globale di disinformazione e lo sta facendo senza scrupoli”, ha scritto Giorgia Meloni sui social parlando del Covid, “strumentalizzando qualsiasi cosa, anche studi e dichiarazioni di ricercatori stranieri pur di sostenere la sua tesi: il virus non è nato a Wuhan e noi non c’entriamo niente”. La leader di FdI ha chiarito che vuole vederci chiaro, annunciando che “Come Fratelli d’Italia presenteremo un’interrogazione in Parlamento per chiedere al governo cosa stia facendo per tutelarci da questa ignobile propaganda cinese e per chiedere conto alla Cina della nascita del virus: troppe cose non sono chiare e vogliamo andare fino in fondo sulle responsabilità di un disastro planetario”, ha concluso.

SEGUICI SU TWITTER


Coronavirus

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid: 10 multati

Avatar

Pubblicato

il

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid: 10 multati.

TESTACCIO Festa di laurea in piazza in barba al Covid. E’ questo solo uno degli episodi che hanno visto impegnati ieri sera gli uomini della Polizia locale capitolina. Gli agenti stanno intensificando i controlli a tutela della salute pubblica, intervenendo a più riprese per far rispettare le misure di contenimento dell’epidemia. Soltanto nella serata di ieri sono stati elevati oltre 30 verbali: i motivi, oltre alla trasgressione delle disposizioni anti contagio, anche il consumo in strada di alcolici.

Azioni si sono registrate in particolare nelle piazze San Callisto e Santa Maria in Trastevere: qui gli agenti hanno infatti sciolto alcuni assembramenti e isolato temporaneamente le aree. 20 i ragazzi fermati e sanzionati, cui non è bastato tentare di dileguarsi tra le vie del quartiere.

Interventi simili anche a San Lorenzo, in piazza dell’Immacolata e a Piazza Testaccio. Proprio in quest’ultima location, poco dopo le 19, è stato identificato un gruppo di persone che stava partecipando ad una festa di laurea all’aperto. Allertati, gli agenti hanno ravvisato anche il consumo di alcolici in strada. Circa 10 le sanzioni elevate.

I caschi bianchi proseguiranno ora i controlli secondo il piano di vigilanza a tutela della salute pubblica predisposto dal Comando Generale.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA