vaccino AstraZeneca
vaccino AstraZeneca

Vaccino AstraZeneca, bugiardino aggiornato con nuovo effetto collaterale: i sintomi da monitorare

Ultimo aggiornamento:

Nel nuovo bugiardino l’elenco delle reazioni a cui prestare attenzione: “In presenza di questi sintomi cerca immediatamente assistenza medica

Vaccino AstraZeneca, Regione Lazio. Secondo quanto riportato da Adkronos, la ripresa dei vaccini è stata fissata per oggi alle ore 15. Questo perché nella mattinata sarà aggiornato il bugiardino informativo del farmaco vaccinale. E’ quanto comunicato anche dall’Assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato: “L’aggiornamento del bugiardino del vaccino AstraZeneca sarà completato questa mattina, così ci è stato comunicato dal ministro e il fatto di aver fissato alle 15 l’orario per le vaccinazioni è proprio per consentire l’aggiornamento, che sarà presentato in conferenza stampa alle 12“. Nel foglietto illustrativo sarà infatti riportato un nuovo effetto collaterale, e saranno specificati i potenziali sintomi collegati a questo nuovo fattore di rischio. Sintomi che comportano l’immediata allerta medica qualora si presentassero nel paziente. Vediamo quali sono.

I sintomi a cui prestare molta attenzione

Affanno, dolore al petto o allo stomaco, gonfiore o sensazione di freddo a un braccio o una gamba, mal di testa grave o in peggioramento o visione offuscata dopo la vaccinazione, sanguinamento persistente, piccoli lividi multipli, macchie rossastre o violacee o vesciche di sangue sotto la pelle: in presenza di questi sintomi cerca immediatamente assistenza medica e riferisci di essere stato vaccinato di recente” riporta il comunicato dell’Ema. L’inserimento di questo fattore che desta preoccupazione sembra in qualche modo non combaciare con le altre dichiarazioni espresse ai pazienti dopo le analisi dei casi sospetti effettuate nei giorni scorsi. E’ stato infatti comunicato che “Il vaccino Covid-19 di AstraZeneca non è associato a un aumento del rischio complessivo di disturbi della coagulazione del sangue”. Al contempo però “Ci sono stati casi molto rari di coaguli di sangue insoliti, accompagnati da bassi livelli di piastrine (componenti che aiutano il sangue a coagulare), dopo la vaccinazione. I casi segnalati erano quasi tutti in donne sotto i 55 anni”. Comunicazioni che sembrano contraddirsi, e che generano preoccupazione nei pazienti in attesa della dose.