Attacco hacker Regione Lazio, a rischio i dati sensibili del 70% degli abitanti

Attacco hacker Regione Lazio, a rischio i dati sensibili dei vaccinati, anche personaggi di spicco

Attacco hacker Regione Lazio, a rischio i dati sensibili dei vaccinati, anche personaggi di spicco

Attacco hacker Regione Lazio, salgono a milioni (70%) i dati sensibili dei vaccinati di Roma e altre provincie a rischio. L’attacco ha mandato in tilt il sistema di prenotazione del vaccino, ma potrebbe aver causato danni ben più gravi, come la violazione dei dati più sensibili. Non solo gente comune, ma anche personaggi di spicco, tra cui politici come Mario Draghi e Sergio Mattarella. La polizia postale fa sapere che l’attacco è ancora in corso e l’accesso è avvenuto dall’estero sfruttando una postazione aperta di un dipendente degli uffici della Regione. La matrice esclusa la pista no vax, dovrebbe essere di origine criminale, ma gli inquirenti non escludono quella politica. Dall’Ansa arriva poi la notizia di una richiesta di riscatto in Bitcoin, Zingaretti Presidente della Regione esclude questa possibilità e visto il rischio che si estenda a livello nazionale, l’Italia avrebbe chiesto aiuto a Washington.

Lazio

OFFICINA IN FIAMME ZONA OTTAVIA

ULTIME NOTIZIE