TOR CERVARA Rave nel parco interrotto dalle forze dell’ordine

Incidente

TOR CERVARA Rave nel parco: denunce e sequestri da parte dei Carabinieri.

TOR CERVARA Rave nel parco ha inaugurato la domenica del quartiere del IV Municipio. Erano da poco passate le 8 quando al centralino del 112 è arrivata una chiamata. Ad effettuarla alcuni cittadini, che stavano dando l’allarme per un assembramento, condito da musica ad alto volume, all’interno della zona detta ‘Cervelletta‘. Proprio qui si sono quindi recati i Carabinieri della Compagnia Montesacro, accompagnati dai colleghi del Nucleo Radiomobile capitolino.

E hanno fatto un’incredibile scoperta. L’area era infatti occupata da 13 giovani, di sesso sia maschile che femminile ed età compresa tra i 25 e i 34 anni. Tra loro, ed è questa la cosa che ha fatto più scalpore, non vi erano però solo ragazzi romani: alcuni provenivano infatti anche da altre zone d’Italia. E non solo vicine alla Capitale, quali Perugia, L’Aquila o Pescara, ma anche piuttosto lontane, come Catania. Un raduno in piena regola quindi, sullo stile di quello svoltosi qualche settimana fa sul lago di Mezzano, nel Viterbese.

Il gruppetto aveva posizionato sul terreno, dopo averle collegate ad un mixer, alcune casse. E proprio da queste ultime si propagavano le note, ben percepibili anche a grande distanza. Uno spettacolo cui hanno fortunatamente posto fine i militari intervenuti. Tutti i partecipanti sono stati identificati e denunciati: dovranno rispondere di aver occupato terreni pubblici. Nei guai anche il patron della manifestazione: oltre al sequestro dell’impianto stereo, anche per lui è arrivata una denuncia. Il reato contestatogli è mancata osservanza delle prescrizioni pro incolumità pubblica nei pubblici spettacoli/ritrovi.

PIAZZA NAVONA, 2 LOCALI CHIUSI DALLA POLIZIA