Furto di benzina in autorimessa Ama: le telecamere svelano il mistero

Furto di benzina in autorimessa Ama: responsabili scovati grazie alla videosorveglianza

Furto di benzina in autorimessa Ama. Teatro del reato l’ex Tmb Salario, da dove in poche ore, col favore della notte, sarebbero stati portati via decine di litri di combustibile. Già individuato un responsabile, un netturbino, ma gli inquirenti non escludono che possano essercene degli altri. Al lavoro sul caso un team di investigatori privati, tra cui anche esperti di controspionaggio e controterrorismo. Con l’ausilio di appostamenti e microcamere, questi ultimi sono riusciti a scoprire in che modo si svolgeva l’illecito: il netturbino con un mezzo Csl arrivava nell’area 3 del deposito e per circa un’ ora e mezza si dedicava al furto. Il bottino finiva poi, attraverso un tubo, in delle taniche precedentemente prelevate dall’uomo dietro un cespuglio. Per poi alla fine essere immesso sul mercato nero, probabilmente verso privati.