Claudio D’Alessio condannato per aver aggredito la colf. Guai per il figlio del cantante

Claudio D'Alessio condannato dal giudice monocratico del tribunale di Roma. Il figlio del cantante aggredì e cacciò di casa la colf

claudio d'alessio condannato

Claudio D’Alessio condannato a tre mesi e mezzo di reclusione. Questa la sentenza emessa, nella giornata odierna, dal giudice monocratico del tribunale di Roma. I fatti risalgono al 5 luglio 2015 quando, nel corso di una lite con l’allora fidanzata Nicole Minetti, il figlio del celebre cantante napoletano aggredì fisicamente la colf (poi cacciata dall’appartamento ai Parioli), che aveva protestato per le urla scaturite dal litigio della coppia.

CLAUDIO D’ALESSIO CONDANNATO, LE SUE PAROLE

Al termine dell’udienza Claudio D’Alessio, condannato per violenza privata e lesioni personali, si è detto sorpreso alla luce del verdetto: “Sono innocente, mi aspettavo l’assoluzione. Il motivo per cui sono finito in questa situazione è il mio cognome“. Così il figlio di Gigi D’Alessio ai microfoni dei cronisti presenti.

 

CAMBIA GDPR