Ragazzo morto schiacciato – Tragedia durante alternanza scuola lavoro

Ragazzo morto schiacciato - La vittima, giovanissima, era impiegata in un'azienda meccanica

ragazzo morto schiacciato

Ragazzo morto schiacciato. Si chiamava Lorenzo e aveva appena 18 anni, oltre ad una grande passione per la meccanica. Proprio in questo settore avrebbe voluto impiegarsi una volta terminati gli studi, ma il destino non gliel’ha permesso. Manifestatosi sotto forma di putrella d’acciaio, ha infatti inserito anche il suo nome tra quello delle migliaia di lavoratori morti da inizio 2021. Teatro della tragedia lo stabilimento Burimec di Lauzacco, in provincia di Udine. Qui il ragazzo stava svolgendo uno stage di alternanza scuola-lavoro organizzato dall’Istituto che frequentava. E, quando la morte lo ha colto, stava trascorrendo l’ultimo giorno dell’esperienza.

RAGAZZO MORTO SCHIACCIATO, LE INDAGINI

Sull’episodio la Procura del capoluogo friulano ha aperto un’inchiesta. Cosa che avrebbe fatto, internamente, anche l’azienda. C’è infatti da far luce sia sulla dinamica che sulle eventuali responsabilità, anche penali. Secondo le ricostruzioni effettuate dai Carabinieri attraverso i racconti degli operai presenti, tutto sarebbe iniziato intorno alle 14.30. Lorenzo stava lavorando su una struttura metallica, quando la barra gli è precipitata addosso, centrandolo anche sul capo. Sul posto immediato è arrivato il 118 in elicottero, ma per il ragazzo non c’è stato nulla da fare: troppo gravi le lesioni subite.

PORTUENSE, DONNA MORTA IN CASA: UN FERMATO