Taser Italia, al via la distribuzione in 14 città italiane

Taser Italia, un binomio destinato a diventare d'attualità nei prossimi giorni. Al via la distribuzione in 14 città

TASER ITALIA
Ultimo aggiornamento:

Taser Italia, una combo che troverà la sua concretizzazione a partire da lunedì 14 marzo, quando partirà ufficialmente l’utilizzo del dispositivo nelle 14 città metropolitane (Roma, Milano, Napoli, Torino, Bari, Palermo, Catania, Bologna, Firenze, Genova, Messina, Catania, Reggio e Cagliari) e nelle province di Brindisi, Caserta, Padova e Reggio Emilia. A darne notizia, la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Si tratta di un passo importante che fa seguito a un lungo periodo di addestramento.

Al termine della suddetta fase sono stati registrati ottimi risultati: in 14 casi su 15 il suo utilizzo coincide con la desistenza. Il taser, che entrerà dunque a far parte degli strumenti in dotazione a polizia, carabinieri e guardia di finanza, può rappresentare una svolta nella gestione degli interventi in quanto scongiura la colluttazione e fa in modo di assicurare il soggetto da fermare alle forze dell’ordine.

TASER ITALIA, LE PAROLE DEL SEGRETARIO GENERALE DEL SAP

A tal proposito è intervenuto il segretario generale del Sap (Sindacato autonomo di polizia) Stefano Paoloni: “Il taser è uno strumento non violento che mira alla desistenza da parte della persona violenta, che per legge deve essere fermata anche con la forza. Si tratta di un grande risultato che ha trovato concretizzazione grazie all’ex ministro degli Interni Matteo Salvini e al sottosegretario agli Interni Nicola Molteni”.