Stemma Juve tatuato sulla testa dei figli: 45enne romano nei guai

Stemma Juve tatuato sulla testa dei figli. Questi ultimi, di 6 e 8 anni, secondo quanto riporta Il Messaggero, sarebbero stati obbligati dal papà, tifoso bianconero, a rasarsi a zero i capelli per poi incidere lo ‘scudetto’ sulla nuda cute. Una decisione che i due piccoli non hanno preso bene: rientrati a casa dalla mamma, da cui l’uomo è separato, sarebbero stati da quest’ultima trovati in lacrime. Avevano infatti timore che quello stemma Juve tatuato potesse causargli prese in giro da parte dei compagni di scuola, in maggioranza sostenitori della Roma e della Lazio. A quel punto, la donna, furiosa per non essere stata informata delle intenzioni dell’ex marito, ha deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine e di denunciarlo.

STEMMA JUVE TATUATO, LE ACCUSE NEI CONFRONTI DEL 45ENNE

L’uomo sarà ora chiamato a rispondere di maltrattamenti in famiglia. Da tempo i rapporti tra i due coniugi erano tutt’altro che idilliaci: al 45enne non era infatti andata giù la fine dell’unione. Per vendicarsi, avrebbe posto in essere nei confronti della compagna una serie di minacce, rivolte persino sotto casa della donna. Che sarebbe stata inoltre messa in cattiva luce anche di fronte ai figli. Gli stessi di cui si sarebbe servito per portare a compimento il suo piano. Ora per lui però le cose si mettono male: il pm gli ha infatti notificato l’avviso di conclusione delle indagini, specificando che quella rasatura forzata è un vero e proprio maltrattamento. E che potrebbe quindi costargli il rinvio a giudizio da parte della Procura.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE