Berrettini positivo scatena la polemica social: “Sei solo un coniglio”

Berrettini positivo al Covid. La notizia, nello scorso weekend, ha decisamente rovinato i piani del tennista romano. Costretto, a poche ore dal debutto, a ritirarsi da quel torneo di Wimbledon che, appena un anno fa, aveva scalato fino ad un passo dal sogno. Era in formissima stavolta Matteo, forte delle due vittorie ottenute dopo l’ultimo infortunio, e stavolta niente e nessuno gli avrebbe impedito di prendersi l’agognato tris. Purtroppo non aveva fatto i conti con la nuova ondata di contagi che sta imperversando in quest’estate.

BERRETTINI POSITIVO PER TROPPO SCRUPOLO

Berrettini ha scoperto di esserne stato colpito grazie ad un tampone che, in realtà, avrebbe potuto anche non fare: in Inghilterra infatti le norme anti Covid non impongono di segnalare la positività né di mettersi in quarantena. Le uniche disposizioni, solo consigliate, riguardano il rimanere in casa e l’incontrare meno persone possibili. Berrettini, invece, per rispetto degli altri atleti, ha voluto essere maggiormente scrupoloso. Risultato, addio Wimbledon e delusione enorme sia per lui che per i suoi sostenitori. A ciò nelle ultime ore si è aggiunta una valanga di insulti piovuta nei suoi confronti sui social.

BERRETTINI POSITIVO, GLI INSULTI SUI SOCIAL

A molti infatti non è andato giù che il campione abbia annunciato pubblicamente la sua positività. Una circostanza decisamente inaspettata, a dispetto del buonsenso e della saggezza applicati. Secondo qualcuno, evidentemente negazionista del Covid, Berrettini avrebbe dovuto invece essere più ‘furbetto’. “Non hai febbre – scrive uno – e ti tamponi sapendo che se risulti positivo dovrai rinunciare al torneo più importante del mondo e a 2,5 milioni di euro. Come si può essere così cretini?“. “Da cosa avresti protetto gli altri, dall’influenza? – fa eco un altro, più duro – La verità è che sei solo un coniglio“. Parole vergognose, oltre che ingiuste, segno di un paese ormai senza speranza sotto il profilo etico e morale.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

1 commento

I commenti sono chiusi.

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE