Anagnina, bimbo chiuso in auto: il 112 a caccia dei genitori

Anagnina, bimbo chiuso in auto. A scoprirlo i Vigili del Fuoco, che non hanno trovato altre persone con lui nel veicolo. L’allarme era stato dato poco prima da un passante, che, accortosi della situazione, aveva provveduto ad avvisare il 112. Dopo essere stato tirato fuori dall’auto, il piccolo è stato preso in cura dai sanitari del 118. Non si conosce al momento con precisione il suo stato di salute, che però fortunatamente, nonostante il gran caldo, non avrebbe subito gravi conseguenze.

bimbo chiuso in auto anagnina
Il parcheggio della Metro Anagnina

BIMBO CHIUSO IN AUTO, LE INDAGINI SU GENITORI E CAUSE

Così come ignota è l’identità dei genitori: nessuno dei due si sarebbe infatti presentato sul posto mentre i Pompieri erano impegnati nelle operazioni di salvataggio. Le forze dell’ordine stanno dunque tentando di rintracciarli. Si presume che non siano italiani, dal momento che l’auto in cui era chiuso il bimbo presentava una targa straniera. Le indagini sono inoltre concentrate sulla dinamica e le cause dell’accaduto: l’ipotesi più probabile è quella della distrazione, anche se non si esclude l’abbandono volontario.

 

1 commento

I commenti sono chiusi.