Termini, 23enne nigeriano cerca di rapinare un cittadino tunisino con coltello. Arrestato dai poliziotti

Ancora problemi alla Stazione Termini Impossibile da risolvere. Non c’è speranza per la stazione Termini di Roma, il luogo, o nonluogo parlando in termini sociologici, preferito dai delinquenti senza arte né parte. Sbandati, senzatetto, ubriachi, rapinatori, truffatori, drogati, tutti qui nel centro della nostra bellissima città. Un luogo così pericoloso che non teme concorrenza. La […]

Ancora problemi alla Stazione Termini

Impossibile da risolvere. Non c’è speranza per la stazione Termini di Roma, il luogo, o nonluogo parlando in termini sociologici, preferito dai delinquenti senza arte né parte. Sbandati, senzatetto, ubriachi, rapinatori, truffatori, drogati, tutti qui nel centro della nostra bellissima città.

Un luogo così pericoloso che non teme concorrenza. La più importante stazione di Roma, primo biglietto da visita per chi arriva in treno, è il regno dell’anarchia, dove pregare è l’unica cosa che si può fare, sperando che non ti accada nulla. E’ pericoloso per gli uomini, figuriamoci per le donne, senza entrare in polemiche di genere banali. L’ultimo fato è accaduto ieri quando un cittadino nigeriano di appena 23 anni, ha tentato di rapinare un cittadino tunisino ferendolo con una coltellata al braccio.

Il fatto è avvenuto in piazza dei Cinquecento, a poca distanza dalla stazione Termini e secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo avrebbe minacciato il nordafricano al fine di farsi consegnare il denaro e poi colpirlo con un coltello da cucina. Il 23enne, dopo essersi dato alla fuga, è stato bloccato dagli agenti in via Marsala.

Coca Cola tolta dal mercato. Occhio al lotto!

Segui La Cronaca di Roma anche su fb

1 commento

I commenti sono chiusi.

ULTIME NOTIZIE