Seguici sui Social

Calcio

Qatar 2022, quali giocatori di Roma e Lazio saranno protagonisti?

Nonostante l’Italia non si sia qualificata per la fase finale dei mondiali di Qatar 2022, la capitale è rappresentata da diversi giocatori

Pubblicato

il

Serie A, inizio choc per Lazio e Roma : mai così male dal 1950/51

Qatar 2022, quali giocatori di Roma e Lazio saranno protagonisti

Qatar 2022 – Un ritaglio di capitale calcistica è volato in Qatar per il primo Mondiale invernale della storia: Dybala, Rui Patricio e Vina per la Roma, Vecino e Milinkovic-Savic per la Lazio. Sorti diverse per ognuno di loro. Fra tutti solo la Joya-Dybala potrebbe davvero puntare alla Coppa. Ma vediamoli uno alla volta con le rispettive nazionali.

Il destino di Rui Patricio è paradossalmente legato a quello degli avanti. E per quanto possa essere salvifico, un portiere difficilmente diventa protagonista se la squadra non vince il match. Insomma, l’estremo difensore della Roma e del Portogallo, che finora ha una media voto di 6,0 su 15 partite giocate in Serie A (fonte fantacalcio.it), si affida anche e soprattutto alla prolificità degli attaccanti lusitani per diventare protagonista. Strano quindi dover dipendere dalle prestazioni di Leao, João Félix e Ronaldo, chiacchieratissimo nella foto scattata da Annie Leibovitz che lo ritrae assieme a Leo Messi), ma del resto il calcio è un gioco di squadra. Nicola Zalewsky ha una media voto pura: 6,0 su 10 partite giocate con l’undici di Mou ed è tutto sommato una delle nuove leve entusiasmanti di  questa Polonia firmata Czesław Michniewicz. Non esattamente un protagonista, ma potrebbe giocare il ruolo di piccola rivelazione, almeno in casa polacca. Matias Viña, che con i giallorossi ha solo una presenza in campionato, non è esattamente la prima scelta di Diego Alonso con l’Uruguay. Insomma, un Mondiale che non dovrebbe restare negli annali per il difensore di Mourinho.

Dybala e l’Argentina

Destino diverso, invece, quello di Paulo Dybala che potrebbe anche diventare protagonista degli albiceleste. Ma gli ostacoli sono due. Il primo è di natura fisica. La Joya è reduce dall’infortunio al retto femorale sinistro, continua ad allenarsi regolarmente nel gruppo ma non è la prima scelta di Scaloni. Fatale insomma quel gol dagli undici metri contro il Lecce. Il secondo ostacolo si chiama Leo Messi: difficile rubargli la scena. Nel frattempo si concede un’intervista a OneFootball sui pronostici di questo Qatar 2022. “Penso che se nell’ultima edizione fosse stata fatta a tutti la stessa domanda, nessuno per esempio avrebbe nominato la Croazia come finalista.

Ci sono squadre che stanno molto bene. L’Argentina, il Brasile, la Germania, la Francia anche ha giocatori incredibili. Però non si sa mai cosa può succedere: c’è sempre una sorpresa che ti rovina tutti i pronostici”. E Dybala ha ragione, perché, quelle che ha nominato lui stesso nell’intervista sono proprio le squadre che, insieme all’Argentina, vengono date come super favorite dai portali di betting, sui quali sono a disposizione dei tifosi info, quote e bonus benvenuto per i Mondiali. Ovvero tutto ciò che serve per poter vivere al meglio il Mondiale 2022, nel quale non c’è l’Italia ma dove sarà proprio l’Argentina della Joya la squadra sostenuta dagli italiani secondo diversi sondaggi, non solo dai romanisti.

Milinkovic Savic al mondiale

Sul versante Lazio la questione del Mondiale Qatar 2022 è tutta legata a Vecino e Milinkovic-Savic. Nell’Uruguay c’è ancora un piccolo pezzo di capitale con il centrocampista biancoceleste che finora ha collezionato 13 presenze con una media voto di 5,83. Matias ha scelto la n°5 con la maglia della propria nazionale. A centrocampo ci sarà quasi sicuramente un ballottaggio con De La Cruz, quest’ultimo leggermente in vantaggio su Vecino per la vena offensiva e la grande tecnica a disposizione. Diverso il discorso per Milinkovic-Savic, finora uno dei migliori dell’undici di Sarri con una media voto del 6,43 su 14 gare giocate, 3 gol e 7 assist. Il serbo è protagonista in patria con la maglia della sua nazionale. Accanto a Tadic sarà l’asse portante a supporto dell’unica punta con la quale dovrebbe giocare la Serbia (Vlahovic o Mitrovic o Jovic).

Sul piano degli esclusi eccellenti con la maglia azzurra, spiccano invece i nomi di Immobile e Zaniolo che avrebbero sicuramente fatto parte della spedizione italiana in Medio Oriente se solo la nazionale non avesse impattato contro la Macedonia del Nord alla Favorita. Cristante, dopo l’intervento di microchirurgia allo scafoide sinistro, sarebbe stato out a prescindere. Pellegrini incerto. Singolare, poi, il caso di Volpato, uno dei più brillanti in casa giallorossa nelle ultima gare (4 partite, 1 assist, 1 gol e media voto 6,12), che dopo il rifiuto alla convocazione del tecnico australiano Graham Arnold, punta al futuro in maglia azzurra. Chissà che Mancini non stia pensando anche a lui per la continua rifondazione dell’Italia. 

Interessante, infine, la questione relativa ai rimborsi che spettano ai club obbligati a privarsi dei propri giocatori per il Mondiale qatariota. La Roma, ad esempio, potrà chiedere 480.000 euro per i tre tesserati che partecipano alla competizione, ossia Rui Patricio, Vina e Zalewski (Dybala escluso perchè arrivato in estate nella capitale), cifra che riguarda però solo le partite del girone. Qualora le nazionali dei singoli atleti (Portogallo, Uruguay e Polonia) superassero il primo turno, scatterebbero ulteriori indennizzi che potrebbero addirittura sfiorare il milione di euro nella rosea prospettiva di una finale terzo e quarto posto fra due delle tre nazionali “giallorosse”. Discorso analogo, ma con importi inferiori, quello per la Lazio, che al Mondiale schiera un giocatore in meno rispetto alla Roma.

Calcio

Esclusiva Calciomercato Roma, Lukaku via dalla Roma e arrivo al Napoli

Pubblicato

il

Calciomercato Roma – Il campionato sta ai titoli di coda e la notizia sulla permanenza di Lukaku in maglia giallorossa è quella che tiene banco in casa di Roma. Un anno fa l’arrivo di Lukaku a Ciampino davanti a 5.000 tifosi in festa, ora però le cose sulla sua permanenza in giallorosso, non sembrano più così scontate.

Da fonti raccolte in esclusiva dalla redazione de LaCronacadiRoma.it, per il forte attaccante del Belgio si prospetta un addio dalla Roma dopo una buonissima stagione con destinazione Napoli. Questa è l’ultima notizia arrivata da persone molte vicino al giocatore.

Infatti la società di De Laurentiis sta lavorando per vendere Victor Osimhen in Inghilterra. Ora bisogna capire chi vincerà il derby di mercato fra Arsenal e Chelsea. Il presidente del Napoli è pronto a fare follie per Romelu Lukaku e portarlo al Napoli. Si attendono sviluppi…

 

Continua a leggere

Calcio

Roma Milan Tifoso della giallorosso allo stadio con 47 bustine di Cocaina

Pubblicato

il

Roma Milan Cocaina

Durante la partita di Europa League tra Roma e Milan, che ha registrato un’affluenza record di spettatori allo stadio Olimpico, è stata messa in atto un’ampia operazione di sicurezza per garantire un ambiente tranquillo e sicuro, considerando la storica rivalità tra le tifoserie delle due squadre. Durante i controlli di accesso, condotti con particolare attenzione e precisione, la polizia ha scoperto una situazione di illegalità.

Un tifoso della Roma è stato fermato e sottoposto a un controllo più approfondito a causa del suo comportamento sospetto e nervosismo evidenziato durante la procedura di controllo. Questo approfondimento ha portato alla scoperta di una quantità significativa di cocaina, nascosta in 47 bustine. Il tifoso, appartenente agli ambienti ultras del tifo romanista e di circa 45 anni, è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente con finalità di spaccio. È importante sottolineare che gli elementi raccolti sono soggetti a indagini preliminari e che il presunto colpevole è da considerarsi non colpevole fino a sentenza definitiva.

Continua a leggere

Calcio

Genoa vs Lazio 0-1: Luis Alberto segna il gol vittoria

Pubblicato

il

La sfida tra Lazio e Genoa

La partita di oggi pomeriggio tra Genoa e Lazio aveva aspettative elevate. Da un lato, la Lazio aspirava a mantenere elevate le sue possibilità di un piazzamento in Europa. Un’altra crucialità era arrivare in forma ottimale per la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus martedì prossimo. La Lazio, infatti, necessitava di recuperare due gol di svantaggio dai bianconeri per raggiungere l’ultimo round della competizione. Rappresentando la controparte, il Genoa, convinto della propria salvezza raggiunta con certezza, puntava a dare il massimo nella partita casalinga.

Primo Tempo e Sviluppo Iniziale del Match

Il primo tempo si è concluso 0-0, con un ritmo di gioco abbastanza sostenuto. Nonostante la forte pressione iniziale della Lazio, la squadra non è riuscita a creare notevoli opportunità a causa di una difesa del Genoa ben organizzata da parte di Gilardino. Sebbene i padroni di casa fossero partiti meglio, non sono riusciti a concretizzare il loro dominio sul campo. La Lazio ha avuto un’opportunità al 27′ con Felipe Anderson, ma il tiro è andato fuori di un paio di metri al di fuori del palo a destra di Martinez. Il Genoa ha provato a tirare un paio di volte all’inizio del secondo tempo, ma la migliore occasione è stata sprecata al 42′ da Ekuban. Anziché passare la palla a Gudmundsson completamente libero, ha tentato un tiro diagonale che è finito poco oltre il palo a destra di Mandas.

Sblocco della partita

Alla fine, è stata la Lazio a sbloccare il match al 67′ con un gol di Luis Alberto. Da due passi, Alberto è riuscito a battere Martinez, portando in vantaggio i biancocelesti.

Formazione delle squadre

Le formazioni ufficiali erano le seguenti:

Lazio (3-4-2-1): Mandas; Patric, Casale, Gila; Marusic, Vecino, Kamada, Lazzari; Felipe Anderson, Luis Alberto; Castellanos. Allenatore: Igor Tudor.

Genoa (3-5-2): Martinez; Vogliacco, De Winter, Vasquez; Spence, Frendrup, Strootman, Gudmundsson, Martin; Retegui, Ekuban. Allenatore: Alberto Gilardino.
Fonte

Continua a leggere

Calcio

Scontri all’Olimpico. Fra gli arrestati anche una tifosa della Lazio

Pubblicato

il

Durante lo svolgimento del derby tra Roma e Lazio allo stadio Olimpico, una tifosa della Lazio è stata arrestata per resistenza. Allo stesso tempo, sono state registrate sei denunce per possesso di fumogeni all’interno dello stadio. Tra i denunciati, ci sono quattro tifosi della Roma e due della Lazio.

Continua a leggere

Calcio

Le parole di Lotito “Io dico sempre la verità, purtroppo spesso fa male”

Pubblicato

il

Il presidente della Lazio Claudio Lotito ha aperto la conferenza stampa di Tudor, nuovo tecnico della Lazio, scelto per il dopo Sarri.

Il patron della Lazio è apparso rilassato, sereno e felice di essere al fianco del nuovo tecnico della sua Lazio. Ha subito ribadito alcune cose per fare chiarezza sui malumori derivanti dalle dimissioni di mister Sarri. “Io dico sempre la verità, purtroppo spesso fa male”. Ogni riferimento è puramente casuale…

Poi Lotito continua affermando “Sono lieto di essere qui oggi per condividere con voi la mia visione e il mio entusiasmo riguardo alla recente nomina del nuovo allenatore. La decisione di scegliere un nuovo capo tecnico non è stata presa in fretta, ma è stata ponderata attentamente in seguito a un evento imprevisto“, in riferimento alle dimissioni impreviste di Sarri.

I complimenti di Lotito a Tudor

Credo fermamente che questa persona sia la scelta ideale per guidare la nostra squadra, poiché possiede le qualità necessarie per far emergere al meglio il potenziale dei nostri giocatori, sia a livello tattico che motivazionale. Tudor, il nuovo allenatore, incarna appieno le caratteristiche che ritengo fondamentali per il successo della squadra. La mia decisione di nominarlo non è stata dettata da un’urgenza improvvisa, ma piuttosto dall’opportunità di avviare un nuovo progetto volto a rilanciare il nostro club.”

Il patron crede che il nuovo mister la squadra possa ritornare quella su cui credevano in tanti e che invece Sarri ha snaturato. “Ho piena fiducia nel fatto che la squadra, sotto la sua guida, sarà in grado di competere al massimo livello, come mi ha rassicurato personalmente lo stesso mister.”

Lotito poi ci tiene a precisare che “Il mio rapporto con Tudor non è cominciato prima delle dimissioni del precedente allenatore, Sarri, ma è nato successivamente. Dopo aver valutato attentamente le opzioni disponibili e le persone che potessero essere idonee a sostituirlo, sono rimasto colpito dalla moralità e dal comportamento esemplare di Tudor. Apprezzo il suo approccio diretto e trasparente, caratterizzato dalla franchezza e dalla mancanza di remore nel comunicare le proprie opinioni.”

In conclusione prima della conferenza stampa di Tudor, il primo dirigente della Lazio  afferma che “In definitiva, sono fiducioso che l’arrivo di Tudor segni l’inizio di una nuova e entusiasmante era per il nostro club. Guardo con ottimismo al futuro e sono convinto che, con il duro lavoro e l’impegno di tutti, possiamo raggiungere grandi risultati sotto la guida di questo nuovo allenatore.

Riproduzione riservata

 

 

Continua a leggere

Calcio

Tudor nuovo allenatore della Lazio. Le foto della firma

Pubblicato

il

Tudor nuovo allenatore della Lazio. Le foto della firma | Alfredo Pedullà

La Lazio ha annunciato ufficialmente Igor Tudor come il nuovo allenatore del club. Dopo aver emesso un comunicato ufficiale, la squadra ha condiviso su social media alcune immagini della firma del tecnico croato, insieme al direttore sportivo Angelo Fabiani.

Le foto pubblicate dal club mostrano il momento della firma dell’accordo tra Igor Tudor e la Lazio. La presenza del direttore sportivo Angelo Fabiani conferma l’importanza dell’evento per la squadra biancoceleste.

La firma dell’allenatore croato è stata ufficializzata con una serie di immagini pubblicate sul profilo social della Lazio. I tifosi hanno potuto vedere da vicino il momento della firma e accogliere così ufficialmente il nuovo tecnico.

Le foto condivise dalla Lazio su Facebook mostrano la conferma dell’arrivo di Igor Tudor come nuovo allenatore della squadra. Con la presenza del direttore sportivo, la firma dell’accordo è diventata ufficiale e ha generato grande entusiasmo tra i tifosi.


Fonte

Continua a leggere

Calcio

Filmato hard: replica della Roma dopo i licenziamenti

Pubblicato

il

Filmato hard: replica del club dopo i licenziamenti a Roma

Dopo la controversia causata dai licenziamenti dei due protagonisti coinvolti nel film hard, la Roma ha deciso di replicare ufficialmente alla situazione. Nelle ultime ore, il caso ha generato una grande polemica, con la società che ha preso una posizione decisa licenziando i dipendenti coinvolti.

La decisione della Roma di licenziare i due dipendenti è stata motivata dalla violazione del codice etico aziendale. La società ha sottolineato che i fatti sono stati manipolati per insinuare l’esistenza di una presunta discriminazione sessuale e disparità di trattamento. La Roma ha annunciato che adotterà tutte le misure necessarie per difendere i propri interessi nelle sedi competenti.

In risposta alla vicenda, anche i rivali della Lazio hanno preso posizione. La loro replica ufficiale ha contribuito ad alimentare ulteriormente la controversia e a innescare un dibattito pubblico sulla questione. La situazione continua ad evolversi e ad avere ripercussioni nel mondo dello sport e oltre.

Fonte

Continua a leggere

Calcio

Sorteggio Europa League: quando e dove guardare

Pubblicato

il

Sorteggio Europa League: quando e dove guardare | DAZN News IT

La fase a eliminazione diretta dell’Europa League è iniziata, portando la competizione alla sua parte più intensa. I sorteggi degli ottavi di finale promettono sfide importanti e destini incredibili.

Il sorteggio dei quarti vede qualificate le seguenti squadre: Milan, Roma, Atalanta, Liverpool, Marsiglia, West Ham, Bayer Leverkusen e Benfica. Le date delle partite della competizione sono già state stabilite, con la finale che si terrà il 22 maggio 2024 all’Aviva Stadium di Dublino, in Irlanda.

Il sorteggio della fase a eliminazione diretta è iniziato alle ore 12 e è visibile on demand su DAZN. Le future date dei sorteggi sono il 23 febbraio per gli ottavi di finale e il 15 marzo per i quarti, le semifinali e la finale. Al sorteggio degli ottavi hanno partecipato tre squadre italiane: Roma, Milan e Atalanta. La UEFA Europa League si concluderà con la partita finale il 22 maggio 2024.

Fonte

Continua a leggere

Calcio

As Roma revenge Porn. La condanna di Assotutela

Pubblicato

il

As Roma revenge porn

Il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato, ha espresso con fermezza la sua condanna nei confronti del licenziamento delle vittime coinvolte in un recente scandalo presso la AS Roma, enfatizzando l’importanza di proteggere le persone coinvolte anziché punirle.

Secondo quanto riportato, la procura della FIGC sta attualmente conducendo un’indagine su un presunto video a sfondo sessuale che sarebbe stato rubato da un dipendente della AS Roma. La dipendente coinvolta avrebbe poi subito il licenziamento a seguito della diffusione del video.

L’incidente affonda le sue radici nel 2022, quando un giovane giocatore della “Roma Primavera”, fingendo di dover chiamare il proprio procuratore, ha chiesto il cellulare a una dipendente della AS Roma e ha rubato un video intimo della donna e del suo compagno, anch’egli dipendente del club.

Il video è stato successivamente inviato a compagni di squadra e dirigenti della AS Roma, diffondendosi rapidamente online. Le vittime, ignare di quanto accaduto, si sono trovate a essere oggetto di uno scherzo crudele, che ha causato loro notevole disagio.

Dopo il licenziamento, la coppia si è rivolta alla Filcams CGIL Roma Lazio per ottenere supporto sindacale e legale, intraprendendo le necessarie azioni legali.

Maritato ha condannato i licenziamenti come illegittimi e ha sottolineato l’importanza di far sì che chi commette atti diffamatori paghi per le proprie azioni, senza minimizzarle come semplici scherzi. Ha inoltre ribadito l’impegno di Assotutela nel sostenere le vittime di revenge porn e di violazioni simili dei diritti.

Lukaku va via a fine stagione?

Continua a leggere

Calcio

Di Battista sulle dimissioni di Sarri, “Un gestore evidentemente non all’altezza…” Foto

Pubblicato

il

Di Battista su Sarri

Anche Alessandro Di Battista dice la sua sulle dimissioni di Sarri, sparando a zero contro il presidente Claudio Lotito. Queste le parole dell’attivista politico nonché grande tifoso della Lazio nei commenti del video dedicato dalla società al tecnico dimissionario.

“Un uomo vero in un mondo di merda. Una società di incapaci. Un gestore evidentemente non all’altezza per ricoprire incarichi in società calcistiche e nelle istituzioni repubblicane. Sarri (che ha responsabilità tecniche sulla stagione ovviamente) ha insegnato al gestore Lotito il significato della parola dignità. Una lezione che chi è arrogante non imparerà mai ma che i laziali non dimenticheranno mai.”

Alessandro Di Battista sulle dimissioni di Sarri non ha usato mezzi termini, criticando fortemente le scelte della società e in modo particolare del Presidente Claudio Lotito, chiamato più volte “gestore”, espressione utilizzata più volte anche nel recente passato, per screditare il ruolo del presidente della Lazio. Tik Tok messo al bando

Riproduzione riservata

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da S.S. Lazio (@official_sslazio)

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA