Residenza agli occupanti vulnerabili, c’è il via libera del Campidoglio

Residenza agli occupanti vulnerabili, adesso è ufficiale. A certificarlo la prima direttiva di quest’anno, giunta in un momento non dei più semplici sotto il profilo delle politiche abitative nella Capitale. Da oggi si potrà dunque derogare all’articolo 5 del Decreto del 2014, firmato dall’allora premier Matteo Renzi e dal Ministro Maurizio Lupi. I soggetti “meritevoli di tutela” potranno quindi vedere il proprio nome inserito nei registri anagrafici del Comune. A patto però che avanzino regolare richiesta in merito.

RESIDENZA AGLI OCCUPANTI VULNERABILI, UN ITER COMPLICATO

Il provvedimento, definito “coraggioso e di buon senso” l’Assessore competente Zevi, dona effetto alla mozione del centrosinistra dello scorso maggio. Il sì arrivò tuttavia solo nel mese successivo: in mezzo ci fu infatti una coda polemica, che costrinse la maggioranza ad apporre diversi correttivi. Ma a rallentare l’iter contribuì anche l’avvicendamento tra Albino Ruberti e Alberto Stancanelli a capo del gabinetto di Gualtieri. Grazie al quale ora finalmente i più deboli potranno dichiarare di risiedere dove dimorano di solito e allacciarsi ai servizi essenziali.

RESIDENZA AGLI OCCUPANTI VULNERABILI, I REQUISITI PER LA RICHIESTA

La deroga al decreto Renzi sarà possibile solo se nell’alloggio occupato vi siano persone seguite dai servizi sociali capitolini; minori, disabili o anziani over 65; persone con un reddito inferiore a 21.190,14 euro; richiedenti asilo o sotto protezione internazionale; persone in precarie condizioni igienico-sanitarie. In questo modo, si porrà fine agli allacci abusivi e migliaia di persone avranno un indirizzo per accedere ai benefici del Sistema Sanitario Nazionale. La norma riguarderà riguarderà sia alloggi Erp e Ater che stabilì abbandonati, messi dalla Prefettura in cima alla lista degli sgomberi.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE