Seguici sui Social

Centro Storico

Minaccia la cartomante rivale, arrestata la fattucchiera di Trastevere

Minaccia la cartomante rivale, arrestata la fattucchiera di Trastevere

Pubblicato

il

Minaccia la cartomante rivale, arrestata la fattucchiera di Trastevere

Arrestata a Roma la fattucchiera di Trastevere.

I magistrati erano stati chiari, proibizione assoluta di avvicinamento. Ma la maga italiana non ha rispettato l’obbligo e ieri, nel cuore di Trastevere, a Piazza Sant’Egidio, è andata a caccia della fattucchiera straniera colpevole, dal suo punto di vista, di rubarle il lavoro. La cartomante romana così è finita in carcere a Rebibbia come riportato da La Repubblica.

Attualità

Al Colosseo in ricordo di Mikis Mantakas, ragazzo ucciso nel ’75

Pubblicato

il

Croci celtiche al Colosseo in ricordo di Mikis Mantakas, attivista di destra ucciso nel ’75

Alcuni estremisti greci hanno esposto bandiere con croci celtiche davanti al Colosseo per ricordare Mikis Mantakas, attivista della Lega nazionale degli studenti greci in Italia e militante del Fronte universitario d’azione nazionale (Fuan) ucciso a Roma il 28 febbraio del 1975.

Mercoledì pomeriggio, decine di militanti di estrema destra si sono riuniti in via Ottaviano, davanti all’ex sezione del Msi dove Mantalas fu ucciso, per rendere omaggio a Mantakas. La commemorazione è stata organizzata dalla Rete dei patrioti, gruppo composto da alcuni fuoriusciti di Forza Nuova, e ha visto la partecipazione di estremisti italiani, ciprioti e greci.

Ieri, alcuni estremisti greci hanno esposto bandiere con croci celtiche davanti al Colosseo, con le fotografie delle bandiere che sono state pubblicate in diversi gruppi e chat di estrema destra.

L’omicidio di Mikis Mantakas avvenne il 28 febbraio del 1975, quando fu colpito da due proiettili davanti alla sezione del Msi di via Ottaviano a Roma. Gli autori dell’omicidio furono accusati di essere i militanti di Potere Operaio Alvaro Lojacono e Fabrizio Panzieri. L’omicidio si verificò durante un’udienza in tribunale relativa al processo per il rogo di Primavalle, in cui persero la vita Stefano e Virgilio Mattei. Durante una rissa davanti al Palazzo di Giustizia, alcuni attivisti antifascisti si spostarono verso la sede del Msi in via Ottaviano con l’intento di assaltarla, trovando al suo interno Mantakas e altri militanti di estrema destra.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Più sicurezza a Roma, in arrivo 2500 telecamere per il Giubileo

Pubblicato

il

Aumentano le telecamere di sicurezza a Roma: ora ce ne sono 2500 per il Giubileo.

Il comandante della Polizia Locale di Roma Capitale, Mario De Sclavis, ha confermato nelle scorse ore il piano annunciato dal sindaco Gualtieri in estate: l’installazione di mille nuove telecamere di sicurezza in città in vista del Giubileo e la realizzazione di una nuova sala operativa. Durante una riunione della Commissione capitolina Giubileo, il comandante ha spiegato che le nuove telecamere andranno a confluire nella Sala Sistema Roma insieme a quelle già esistenti, per garantire un maggiore controllo del territorio durante l’anno santo.

Il progetto prevede la creazione di un unico polo operativo chiamato “Smart Police Support” (SPS) destinato alla gestione della sicurezza pubblica, delle emergenze e dei grandi eventi come il Giubileo del 2025. Questo includerà l’installazione di nuove telecamere, la realizzazione di una nuova sala operativa e di un centro di Cyber Security Operation Center (C-SOC o SOC) per proteggere la rete di videosorveglianza da potenziali attacchi informatici.

Attualmente, a Roma ci sono solo 2.500 telecamere, un numero ritenuto insufficiente rispetto alle necessità della città. Le nuove telecamere saranno dotate di intelligenza artificiale e saranno protette da Firewall per semplificare le operazioni di gestione della sicurezza. Il progetto prevede una maggiore collaborazione con le altre forze dell’ordine e con la Protezione Civile per garantire un controllo efficace del territorio durante il Giubileo e altri eventi importanti.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Roma, Neonata Dopo Parto Muore al Santo Spirito. Madre Interrogata dai Procuratori

Pubblicato

il

Neonata Dopo Parto Decede: Madre Interrogata dai Procuratori

La madre della neonata morta poco dopo essere venuta al mondo il 15 febbraio scorso all’ospedale Santo Spirito di Roma, è stata ascoltata oggi in Procura. Quest’intervento segue la denuncia dei genitori e l’apertura di un fascicolo di indagine condotto dai pubblici ministeri capitolini, volto a scoprire le responsabilità degli ignoti coinvolti. Ulteriori importanti passi sono stati fatti nei giorni precedenti, quando i capi dell’inchiesta hanno ascoltato anche il padre della piccola e hanno disposto il sequestro della cartella clinica, della placenta e del cordone ombelicale. In futuro, potrebbe essere intrapreso anche l’esame autoptico.

In base a quanto esposto nella denuncia presentata dai genitori, durante la gravidanza non era emersa alcuna problematica nei controlli effettuati. Tuttavia, le circostanze sono rapidamente precipitate una volta che la madre è stata ricoverata in ospedale a seguito della rottura delle acque. Con il passare del tempo, si è avvertito un peggioramento della situazione caratterizzato da forti contrazioni e copiose perdite di sangue. Divenuta sempre più preoccupata, la donna ha cominciato a rendersi conto della gravità della situazione ed ha inviato messaggi allarmati al marito. Questi ultimi sono stati poi analizzati dai pubblici ministeri capitolini.

Quando la piccola Valentina, così come i genitori avevano deciso di chiamarla, è nata attraverso un parto cesareo, era purtroppo già troppo tardi. La neonata è infatti morta dopo pochi minuti. Nel corso di un’audizione lunga tutta la mattinata, la giovane madre ha confermato i fatti accaduti. Al termine della testimonianza, la donna era visibilmente scossa.

Ora i genitori, assisiti dagli avvocati Stefania Rondini e Andrea Calderoni, cercano chiarezza. “Ciò che desta perplessità è il fatto che si trattava di una gravidanza senza problemi – spiega Rondini – La mamma è una giovanissima ragazza, con tante aspettative, aveva completamente allestito casa per la nascita della figlia, e invece all’improvviso, senza alcuna avvisaglia, è avvenuto l’irreparabile. Combatteremo fino alla fine per l’accertamento dei fatti e delle eventuali responsabilità”, prosegue l’avvocato Stefania Rondini. “Questa tragica vicenda ha lasciato anche me, come donna, molto turbata”.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Due autisti Atac picchiati da ragazzi al capolinea a Piazza Venezia

Due autisti Atac picchiati da ragazzi al capolinea a Piazza Venezia

Pubblicato

il

Due autisti Atac picchiati da ragazzi al capolinea a Piazza Venezia, Roma

Aggressione a Piazza Venezia: autisti Atac picchiati, cresce la preoccupazione per la violenza in centro città

Due autisti dell’Atac, l’azienda dei trasporti di Roma, sono stati vittime di un’aggressione ingiustificata vicino al capolinea dei mezzi pubblici in Piazza Venezia. Feriti e in stato di shock, i due dipendenti sono stati ricoverati in ospedale. Nonostante le indagini in corso, gli aggressori non sono stati ancora identificati.

L’aggressione si è verificata sabato notte quando i due autisti, di 61 e 53 anni, sono stati avvicinati da tre giovani italiani. Senza apparente motivo, il gruppo ha iniziato a aggredirli. Non è emerso alcun intento di rapina o furto durante l’attacco.

Nonostante le lievi ferite riportate, i autisti non riescono a comprendere il motivo dell’aggressione. L’Atac ha segnalato un aumento delle aggressioni verso i suoi dipendenti, con 67 casi riportati nel corso del 2023, di cui 55 riguardanti il personale sulla rete di superficie e 12 sulla rete metroferroviaria.

È emersa la necessità di rafforzare le misure di sicurezza per il personale dei trasporti pubblici. Alessandro Farina, segretario regionale Filt Cgil, ha sottolineato l’importanza di istituire un Osservatorio permanente coinvolgendo le aziende di trasporto e le istituzioni locali. Farina ha proposto l’installazione di body-cam, sistemi di videosorveglianza, allarmi e strumenti di monitoraggio remoto, oltre a un canale di contatto diretto con le forze dell’ordine. Si è inoltre consigliata la presenza di assistenti sociali o guardie giurate sui mezzi.

La sicurezza presso i capolinea e le fermate dei mezzi pubblici è diventata una delle questioni principali da affrontare. La preoccupazione per l’aumento della violenza in centro città è cresciuta e si rende necessaria un’azione concertata per garantire la sicurezza del personale e degli utenti.

Fonte: Il Messaggero

Continua a leggere

Centro Storico

Entrava nella ztl col portellone alzato. La polizia becca il furbetto dei varchi elettronici

Pubblicato

il

Entrava nella ztl romana col portellone alzato

Le pattuglie del Gruppo Pronto Intervento Traffico (GPIT) della Polizia Locale di Roma Capitale hanno individuato e fermato un uomo di 51 anni che aveva eluso il controllo del varco elettronico Zona a Traffico Limitato (ZTL) situato in piazza della Repubblica, all’ingresso di Via Nazionale. L’uomo ha aperto il portellone posteriore del veicolo poco prima di passare sotto la telecamera, cercando così di nascondere la targa.

Grazie a un’attività di indagine tempestiva, avviata in seguito alla visione di un video pubblicato su un noto social media che documentava l’infrazione, gli agenti sono riusciti rapidamente a identificare il responsabile. Un ruolo fondamentale è stato svolto dall’analisi attenta delle immagini acquisite dalle telecamere del Reparto Validazione Illeciti della Polizia Locale. Il cinquantunenne italiano, con precedenti specifici, è stato denunciato dagli agenti per i reati di truffa e occultamento di targa. Fonte Ufficio stampa Polizia Locale di Roma Capitale

Continua a leggere

Centro Storico

Vaticano, Uomo arrestato tenta di entrare a San Pietro

Pubblicato

il

Uomo arrestato tentando di entrare a San Pietro con un coltello

Un italiano di 52 anni è stato arrestato dalla Questura di Roma dopo essere stato fermato da poliziotti all’ingresso di piazza San Pietro con un coltello. L’incidente è occorso durante i controlli di sicurezza in vista dell’Angelus domenicale.

L’individuo, originario di Palmi in Calabria, si trovava ai prefiltraggi su via della Conciliazione testé all’altezza dei propilei, ben prima di raggiungere piazza San Pietro. Durante questo controllo, un agente della questura ha riportato una lieve contusione alla gamba, ritenuta guaribile in dieci giorni. All’inizio, l’uomo aveva rifiutato di mostrare il contenuto della borsa che portava con sé, tuttavia, quando è stato qualche poco costretto a farlo, ha tirato fuori un coltello con il quale ha lievemente ferito l’agente che lo stava controllando. Dopo una breve colluttazione, è stato immediatamente immobilizzato e successivamente arrestato.

Da quanto riferito, l’individuo potrebbe soffrire di disturbi mentali. Al momento, ogni ulteriore dettaglio sulla questione è riservato.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Giorno della Memoria, La questura vieta il corteo in favore della Palestina

Pubblicato

il

Corteo Palestinese a Roma posticipato ad altra data da Questura

Il corteo è stato rinviato a una data successiva. Questa è stata la scelta della Questura di Roma in riferimento alla manifestazione palestinese pianificata per il Giorno della memoria di domani.

In mattinata, il personale della Questura di Roma ha informato gli organizzatori del corteo previsto per domani, secondo le informazioni ricevute. Tale decisione è dovuta alle linee guida rilasciate nelle ultime ore dal Dipartimento della pubblica sicurezza. Secondo queste istruzioni, l’evento dovrebbe aver luogo con le stesse condizioni e modalità, ma in un’altra data, a cominciare già dalla domenica 28 gennaio.
Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Riapre la Galleria Alberto Sordi. Un omaggio al grande attore romano

Pubblicato

il

“Roma, la Galleria Alberto Sordi si rinnova” – Italpress

La Galleria Alberto Sordi a Roma si rinnova: un nuovo luogo di incontro e shopping

La Galleria Alberto Sordi a Roma ha subito un importante progetto di riqualificazione e restyling promosso dal Fondo Megas, gestito da Prelios SGR e finanziato dalla Fondazione Enasarco. Dopo lunghi lavori, la galleria è stata restituita alla città in una veste completamente nuova e presto apriranno i nuovi store con nomi di rilievo come Hamleys, Iginio Massari, Mondadori Bookstore e Uniqlo, insieme ad altri marchi come Havaianas.

La galleria è stata trasformata anche in un luogo di incontro e interazione, con spazi dedicati alla ristorazione e diversi retailer che prevedono introiti superiori a 100 milioni di euro, nonché opportunità di lavoro per oltre 800 persone.

Durante i lavori di restyling, sono state apportate modifiche per migliorare l’aspetto estetico e la sostenibilità ambientale dell’edificio, con l’obiettivo di ottenere la certificazione BREEAM In-Use.

L’inaugurazione della Galleria, a cui hanno partecipato oltre trecento ospiti tra importanti esponenti politici e istituzionali, ha sottolineato l’importanza della valorizzazione del patrimonio immobiliare e delle eccellenze italiane.

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha espresso soddisfazione per il recupero della Galleria Alberto Sordi, definendola un segno tangibile della crescita e dell’attrattività della città. Il ministro Adolfo Urso ha evidenziato il ruolo della Galleria nel promuovere il turismo internazionale e valorizzare l’immagine del Made in Italy.

Anche la Fondazione Enasarco ha sottolineato l’importanza della Galleria come luogo di condivisione e di ispirazione per la città, promuovendo eventi culturali e artistici intesi a coinvolgere i visitatori.

Il recupero della Galleria Alberto Sordi è stato descritto come un atto d’amore dal deputato Federico Mollicone, che ha evidenziato l’importanza dell’operazione pubblico-privata nel valorizzare il patrimonio culturale italiano. Il presidente del Gruppo Prelios, Fabrizio Palenzona, ha espresso il proprio orgoglio per l’investimento nella riqualificazione della Galleria, sottolineando il ruolo della società nel promuovere lo sviluppo economico e occupazionale a Roma.

La riqualificazione della Galleria Alberto Sordi rappresenta un segno tangibile della crescita e dell’attrattività della città, grazie a questo rinnovamento, la galleria è pronta a diventare un punto di riferimento nello shopping, turismo e intrattenimento a Roma.

Fonte

Continua a leggere

Centro Storico

Termini, Piazza dei Cinquecento: Tutti i cambiamenti comunicati dall’Atac sulle modifiche dei capolinea

Pubblicato

il

Termini, Piazza dei Cinquecento: Tutti i cambiamenti comunicati dall’Atac sulle modifiche dei capolinea

Termini Piazza dei Cinquecento – A partire dalle ore 5:30 di lunedì 22 gennaio, prendono il via i lavori di riqualificazione di Piazza dei Cinquecento, un progetto che trasformerà radicalmente l’aspetto della piazza, rendendola più accogliente per romani e turisti. Tuttavia, per fare spazio al cantiere, sono necessari alcuni adeguamenti nei capolinea e nei percorsi delle linee bus. Ecco tutti i dettagli per aiutare cittadini e visitatori a orientarsi durante questo periodo di transizione.

Nuovi Capolinea a Piazza dei Cinquecento e Accessi Metro

Per facilitare il percorso dei passeggeri, sono stati istituiti nuovi capolinea provvisori, identificati con lettere e numeri. Gli accessi della stazione della metropolitana sono stati anch’essi contrassegnati con lettere e numeri per agevolare il collegamento tra superficie e metropolitana.

Modifiche ai Capolinea Bus. Il capolinea attuale su Piazza dei Cinquecento verrà diviso in tre attestamenti provvisori:

1. Un’area adiacente alla grande pensilina della stazione, con corsie dalla A alla E, ospiterà linee come H, 40, 64, 85, 90, 170, NMB1, N8, N46, N66, N70, N92, N98, N716.
2. Un’area alle spalle del cantiere (identificata con la lettera F) ospiterà le linee C2, 66, 92, 310 e 714.
3. Viale Enrico De Nicola (lettera G) sarà il nuovo capolinea per le linee bus 38 e 223.

La linea bus 910 avrà un nuovo capolinea a Piazza Indipendenza. Modifiche ai Percorsi Bus

Alcune linee bus subiranno modifiche nei percorsi per raggiungere i nuovi capolinea provvisori. Ad esempio, la linea 38 devierà in via XX Settembre e largo di Santa Susanna, mentre la linea 82 avrà un nuovo capolinea in via di Monte Sacro. Modifica delle Fermate e Accessi Metro

Alcune fermate saranno disattivate per la viabilità privata nell’area di Termini, e sarà necessario utilizzare percorsi alternativi. Viabilità Privata e Informazioni Utili

Una parte di via Giolitti sarà riservata al trasporto pubblico locale, con obbligo di svolta a sinistra per i veicoli provenienti dal sottopasso Turbigo. Cambiamenti dei sensi di marcia e svolte obbligate saranno implementati in alcune strade limitrofe. Durante tutto il periodo di transizione, il personale sarà presente in Piazza dei Cinquecento per fornire informazioni e assistenza. Per ulteriori dettagli e una mappa completa delle modifiche, è possibile scaricare il materiale informativo dal sito ufficiale.

Questi cambiamenti temporanei mirano a migliorare la vivibilità della zona, garantendo nel contempo la continuità dei servizi di trasporto pubblico. La collaborazione e la comprensione dei cittadini sono fondamentali per la buona riuscita di questo progetto di riqualificazione urbana.

Fonte Atac

Continua a leggere

Centro Storico

Cronaca Roma, All’Esquilino Vigili e Ama ripuliscono lo schifo di viale Manzoni

Sottotitolo: Collaborazione tra Polizia Locale, GSSU e AMA per ripristinare la legalità urbana

Pubblicato

il

Cronaca Roma Esquilino

Roma, nella mattina di oggi, le pattuglie del I Gruppo Centro della Polizia Locale, in collaborazione con gli agenti del GSSU (Gruppo Sicurezza Sociale Urbana), hanno condotto un’operazione congiunta con AMA per la bonifica e rimozione di rifiuti, giacigli e masserizie lungo viale Manzoni, all’altezza di via Principe Eugenio.

Durante l’operazione, è stata identificata una donna di 48 anni, la quale è stata sottoposta a un ordine di allontanamento in ottemperanza alle disposizioni del Regolamento di Polizia Urbana. La presenza del personale della Sala Operativa Sociale ha contribuito a garantire un approccio sensibile e coordinato nell’affrontare la situazione.

Le attività di bonifica e rimozione dei rifiuti hanno rappresentato un passo importante per il ripristino dell’ordine e della pulizia nella zona interessata. La collaborazione sinergica tra la Polizia Locale, il Gruppo Sicurezza Sociale Urbana e AMA ha dimostrato l’importanza di unire le forze per preservare la qualità della vita urbana.

Questa operazione fa parte di una serie di controlli che continueranno nei prossimi giorni, confermando l’impegno costante delle autorità locali nel mantenere standard elevati di sicurezza e pulizia nella città.

L’ufficio stampa del corpo di polizia locale di Roma Capitale incoraggia a segnalare eventuali situazioni simili, contribuendo così alla creazione di un ambiente urbano più sano e sicuro per tutti i cittadini.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA