Seguici sui Social

Roma Centro

Via le bancarelle dei marciapiedi di Termini: trasferite 20 postazioni di ambulanti

Via le bancarelle dei marciapiedi di Termini: trasferite 20 postazioni di ambulanti

Pubblicato

il

Via le bancarelle dei marciapiedi di Termini: trasferite 20 postazioni di ambulanti

Spostamento definitivo di 20 postazioni di ambulanti dai marciapiedi di Termini

Il recente Giubileo ha portato a liberare i marciapiedi di Termini, con la rimozione di 20 postazioni nelle strade circostanti la stazione, per facilitare i lavori previsti nella piazza dei Cinquecento.

Il trasferimento delle postazioni di ambulanti è stato effettuato il 27 novembre da via delle Terme di Diocleziano, viale Einaudi, via di Villa Peretti, via Amendola e via Gioberti. Tale operazione è stata resa effettiva grazie a una determina del municipio I, dopo l’esito dei ricorsi presentati sia al Tar che al Consiglio di Stato. Le postazioni sono state ricollocate all’interno del mercato di via Milazzo e in alcune traverse di via Cavour.

Secondo la presidente del municipio, Lorenza Bonaccorsi, e l’assessore al commercio, Jacopo Scatà, il trasferimento delle postazioni è stato necessario per consentire i lavori giubilari e per rispettare le prescrizioni di sicurezza. Essi hanno confermato che la nuova sede è provvisoria ma il trasferimento è definitivo, sottolineando che tali postazioni non faranno più ritorno alle loro precedenti posizioni.

La delicata questione del trasferimento ha generato un contenzioso legale, con gli operatori che hanno presentato ricorso per rimanere nelle loro posizioni precedentemente occupate. La delocalizzazione è stata richiesta per favorire gli interventi di “restyling” legati al Giubileo e per garantire la sicurezza pubblica. Dopo che il Tar ha richiesto chiarimenti riguardo a quest’ultima problematica, l’amministrazione ha fornito risposte soddisfacenti, ottenendo così l’autorizzazione al trasferimento degli operatori di via Amendola e via Gioberti.

La soddisfazione da parte della presidente Bonaccorsi e dell’assessore Scatà è tangibile, sottolineando l’impegno del Municipio nel spostare tutte le postazioni di ambulanti incompatibili con il codice della strada. Quest’operazione è stata il risultato di mesi di lavoro e riflette la volontà di adattare le postazioni in maniera più consona alle esigenze della città.

Fonte : Roma Today

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA