Seguici sui Social

Sport

L’ex Mister Universo, Shaun Davis, è morto a 57 anni

L’ex Mister Universo, Shaun Davis, è morto a 57 anni

Pubblicato

il

L’ex Mister Universo, Shaun Davis, è morto a 57 anni: aveva subito un trapianto di reni nel 2009

La tragica scomparsa dell’ex Mister Universo Shaun Davis a soli 57 anni dopo un trapianto di reni nel 2009

Shaun Davis, l’ex campione di bodybuilding britannico, come riporta Fanpage è morto a soli 57 anni a causa di complicazioni renali.

Davis ha affrontato una lunga battaglia con problemi ai reni che lo hanno portato alla dialisi nel 2006 e successivamente al trapianto nel 2009.

Davis, famoso per aver vinto il titolo di Mister Universo nel 1996, è stato un sostenitore attivo della donazione di organi, avendo sperimentato di persona la lotta per trovare un donatore compatibile.

Shaun Davis ha avuto un impatto significativo nel mondo del bodybuilding, conquistando numerosi titoli prestigiosi durante la sua carriera.

La sua scomparsa è stata accolta con profonda tristezza dalla comunità del bodybuilding e oltre. La sua storia e il suo impegno per sensibilizzare sul tema della donazione di organi hanno ispirato e commosso molte persone.

 

Pubblicità

Calcio

Lazio, è rottura tra Sarri e Lotito ? Con Milan e Bayern si decide una stagione

Lazio, è rottura tra Sarri e Lotito ? Tra Milan e Bayern si decide una stagione

Pubblicato

il

Lazio, è rottura tra Sarri e Lotito ? Tra Milan e Bayern si decide una stagione

Lazio, è rottura tra Sarri e Lotito ? Tra Milan e Bayern si decide una stagione.

Tra Maurizio Sarri e Claudio Lotito, a Formello la grande tensione tra i due leader della Lazio è evidente. È ancora troppo presto per dire se il loro rapporto sia giunto al termine, ma Fabiani sta cercando di mediare e allo stesso tempo di spegnere un fuoco che si sta riaccendendo a livelli elevati.

Il direttore sportivo è l’unica figura diplomatica e ottimista che resiste di fronte alle difficoltà che si stanno presentando. Anche se il obiettivo del quarto posto sembra svanire gradualmente, un ottavo di finale di Champions League con un vantaggio minimo nel risultato e una semifinale di Coppa Italia contro la Juventus potrebbero fornire un po’ di conforto ai pessimisti.

Tuttavia, è importante non rimanere a lungo tra due fuochi così intensi: tecnico e presidente si evitano, ma non mancano di scambiarsi commenti negativi. Momenti di tensione alternati a periodi di calma più tranquilla sono caratteristici della Lazio, ma non si erano mai viste uscite pubbliche così dirette. La sconfitta a Firenze ha scatenato le lamentele, causate da punti di vista opposti sul mercato estivo. Sarri e Lotito restano intrappolati nel loro malcontento che potrebbe portarli alla separazione a giugno, a causa di problemi tecnici legati alla rosa e a dimenticanze croniche.

Sarri ha espresso chiaramente le sue opinioni dopo la partita a Firenze, mettendo in guardia ogni membro della squadra sulle proprie responsabilità. Lotito si è arrabbiato con la dichiarazione del tecnico, dato che si è sentito accusato direttamente. Il presidente, noto per aver speso “100 milioni” per la squadra, ritiene che la squadra sia più competitiva rispetto a un anno fa, quando ha chiuso al secondo posto. La situazione attuale, con la squadra all’ottavo posto, è considerata inaccettabile dopo gli enormi investimenti fatti.

Le criticità restano: alcuni nuovi acquisti su cui il presidente aveva puntato sono poco utilizzati (Come Castellanos), mentre altri sembrano scomparsi (Come Kamada). Sarri aveva chiesto giocatori pronti per il campionato italiano per mantenere il ciclo aperto, ma la squadra sembra non essere all’altezza delle aspettative fuori dalla Champions League.

La Lazio sembra essere in crisi, con un buon rendimento in Champions ma altalenante in campionato. Lotito e Sarri devono affrontare la situazione, mentre Milan e Bayern Monaco rischiano di peggiorare la situazione.

Continua a leggere

Politica

Il Governo affossa la candidatura di Roma ai Mondiali di Atletica 2027

Il Governo affossa la candidatura di Roma ai Mondiali di Atletica 2027

Pubblicato

il

Il Governo affossa candidatura Roma ai Mondiali Atletica 2027: “Meloni come Raggi”

Il Governo Meloni non ha fornito la copertura economica necessaria e quindi l’Italia ha dovuto ritirare la candidatura di Roma per ospitare i Mondiali di Atletica del 2027.

L’assessore capitolino Onorato ha criticato aspramente la decisione, paragonandola al rifiuto delle Olimpiadi da parte della precedente sindaca Virginia Raggi.

L’Italia ha ritirato la candidatura di Roma come sede dei Campionati Mondiali di Atletica 2027. La comunicazione è stata fatta tramite una lettera inviata dalla Fidal a World Athletics. Il ritiro è avvenuto per mancanza dei requisiti minimi richiesti per partecipare alla competizione, soprattutto per via dell’assenza delle necessarie coperture finanziarie autorizzate dal Governo.

Il ministro dello Sport, Andrea Abodi, aveva manifestato la volontà di organizzare l’evento, ma la mancanza di copertura finanziaria necessaria (circa 130 milioni di euro) ha portato all’ultimo minuto al ritiro della candidatura. Nonostante i tentativi del presidente della Fidal, l’Italia ha dovuto fare un passo indietro, mancando così l’opportunità di ospitare i Mondiali di Atletica.

La situazione attuale vede l’Italia limitata ad ospitare gli Europei di Atletica a Roma nel 2024, prima dei Giochi Olimpici di Parigi. Secondo l’assessore allo Sport della capitale, Alessandro Onorato, la decisione del Governo di non sostenere la candidatura per i Mondiali del 2027 è stata irragionevole e ha nuovamente mancato un’importante opportunità per la promozione dello sport e della città di Roma.

Fonte

Continua a leggere

Calcio

Torino Lazio, le parole di Sarri a DAZN

Torino Lazio, le parole di Sarri a DAZN

Pubblicato

il

Sarri a DAZN: «Ho detto alla squadra una cosa molto precisa. Solo la prossima partita»

Il tecnico della Lazio, Maurizio Sarri, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di DAZN dopo la partita contro il Torino. Ha iniziato sottolineando che la sua squadra ha giocato molto meglio contro il Bologna rispetto alla partita contro il Torino, nonostante non avesse bisogno di riscattarsi. Sarri ha evidenziato che, a parte il risultato, la Lazio aveva mostrato prestazioni di alto livello nelle tre partite precedenti. Ha ammesso che nel primo tempo la squadra ha sofferto a causa dell’aggressività del Torino e di alcuni errori banali. Nonostante ciò, la squadra è riuscita a ottenere un doppio vantaggio grazie a un’uscita migliore da parte dei giocatori di difesa. Ha anche sottolineato di aver apprezzato la gestione della sofferenza e la reazione dopo la sconfitta. Sarri ha inoltre affermato di non voler guardare la classifica, sottolineando che il passato e il futuro non contano, ma solo l’oggi. Ha parlato anche di Immobile, affermando che il giocatore aveva preso un colpo e non sapeva se rientrare a fine primo tempo, quindi lo ha tolto dal campo. Infine, ha concluso dicendo che il suo obiettivo ora è la partita contro la Fiorentina.

Fonte

Continua a leggere

Calcio

Uefa Europa League: come sarà l’edizione 2024-2025?

Pubblicato

il

Uefa Europa League: come sarà l’edizione 2024-2025?

La UEFA Europa League, spesso indicata semplicemente come Europa League o con il vecchio nome Coppa UEFA, è una delle più prestigiose competizioni calcistiche continentali per le squadre di club; per importanza viene subito dopo la UEFA Champions League (la vecchia Coppa dei Campioni).

La denominazione UEFA Europa League ha sostituito nel 2009 quella di Coppa UEFA, torneo istituito dal 1971 e che, di fatto, aveva preso il posto della Coppa delle Fiere dopo che la UEFA (Union of European Football Associations) ne ebbe acquistati i diritti. La Coppa delle Fiere però non viene inclusa nelle statistiche ufficiali che riguardano la Coppa UEFA e la successiva Europa League.

Come nel caso di tutti i tornei continentali, nel corso degli anni vi sono state modifiche anche al regolamento dell’Europa League e per il torneo 2024-2025 è previsto un nuovo format che la UEFA spera possa rendere ancora più avvincente la competizione.

Attorno all’Europa League c’è un grande interesse, sia da parte dei vari tifosi europei, sia da parte delle principali reti televisive, sia da parte dei siti di scommesse.

Per inciso, le scommesse calcio sono comunque solo una parte delle varie scommesse sportive; sui siti specializzati, infatti, è possibile giocare in diverse modalità non solo sul calcio, ma anche sul basket, sul tennis, sul volley sul ciclismo e via discorrendo; esiste anche la possibilità delle cosiddette scommesse live, una modalità molto coinvolgente che permette di seguire i propri sport preferiti in diretta in modo molto particolare.

Per la cronaca: la competizione 2024/25 sarà la 54esima edizione del torneo (la 16esima da quando si è passati alla nuova denominazione). Il torneo avrà inizio l’11 luglio 2024 e la finalissima avrà luogo il 21 maggio 2025.

UEFA Europa League: il nuovo format

La più grande novità del torneo UEFA Europa League è relativa alla fase a gironi che in questa nuova edizione sarà trasformata in un’unica fase di campionato a 36 squadre. È previsto che ogni squadra affronti 8 club diversi giocando 4 partite in casa e 4 in trasferta.

L’accesso diretto agli ottavi di finale è riservato alle prime 8 squadre classificate. Le squadre che invece si sono classificate dal nono al ventiquattresimo posto dovranno invece disputare gli spareggi per la fase a eliminazione diretta; le vincenti potranno accedere agli ottavi. Da questo momento in poi, il torneo procederà con la classica fase a eliminazione diretta.

Le qualificazioni al torneo

Per quanto riguarda le qualificazioni al torneo sono previsti tre turni di qualificazione e gli spareggi. Il primo turno è previsto per l’11 e per il 18 luglio 2024. I match del secondo turno si terranno invece il 25 luglio e il 1° agosto 2024. Il terzo turno avrà luogo l’8 e il 15 agosto 2024, mentre le date per gli spareggi sono il 22 e il 29 agosto 2024.

Le altre fasi della UEFA          Europa League

La fase campionato del torneo prevede otto giornate che si terranno a partire dal 25 settembre 2024; l’ottava giornata si disputerà invece il 30 gennaio 2025.

Per quanto riguarda la fase a eliminazione diretta, gli scontri si terranno il 13 e il 20 febbraio 2025, le date previste per gli ottavi di finale sono il 6 e il 13 marzo 2025. 10 e 17 aprile sono invece le date previste per i quarti di finale.

Si dovranno attendere il 1° e l’8 maggio 2025 per le semifinali, mentre la finalissima sarà disputata il 21 maggio 2025.

Lo stadio della finale e l’edizione precedente

La finalissima del 21 maggio si terrà in Spagna, all’Estadio de San Mamés di Bilbao. Si tratta dello stadio dell’Athletic Bilbao; a partire dal settembre del 2013 questo impianto ha sostituito il vecchio stadio San Mamés che è stato la casa dell’Athletic Bilbao dal 1913 al 2013 e in cui si è tenuta la finalissima di Coppa UEFA del 1977.

L’edizione precedente ha visto la vittoria di una squadra spagnola su una squadra italiana: il Siviglia infatti ha sconfitto la Roma per 4-1 dopo i calci di rigore.

 

 

Continua a leggere

Attualità

Sapremo presto se cinque squadre italiane parteciperanno alla Champions

Pubblicato

il

Lazio Champions

Da sempre più parte sembra che l’Italia avrà cinque squadre in Champions League a partire dalla stagione 2024/2025. Questa opportunità, che diventa sempre più certa, è determinata dalle posizioni nel ranking Uefa 2023-2024. Sempre nel 2023/2024, la vittoria del Milan e il pareggio della Roma in Europa League contribuiscono ad aumentare i punti per l’Italia, rafforzando ulteriormente la posizione attuale del paese.

A partire dalla prossima stagione 2024/2025, cinque squadre italiane potrebbero qualificarsi per la Champions League. Questa opportunità si avvicina sempre di più con la vittoria della Lazio contro il Bayern, a cui si aggiunge la vittoria del Milan contro il Rennes e il pareggio della Roma al Feyenoord in Europa League. Con le modifiche alla Champions, le leghe europee avranno l’opportunità di avere una squadra in più rispetto al passato. Nel prossimo torneo, la Champions League sarà organizzata con un nuovo formato che comprenderà 36 squadre e un girone unico che determinerà le squadre che si qualificano per gli ottavi di finale.

Le squadre che si qualificheranno saranno determinate in base al ranking Uefa 2023-2024, che prenderà in considerazione i risultati di Inter, Milan, Napoli, Lazio, Fiorentina, Roma e Atalanta. L’Italia avrà cinque squadre se risulterà al primo o al secondo posto nel ranking. Attualmente, l’Italia è in cima alla classifica con 14.714 punti, seguita dalla Germania con 13.928 e l’Inghilterra con 13.875. Solo al termine degli ottavi di finale potremmo avere un quadro più preciso.

I recenti risultati hanno contribuito all’attuale successo dell’Italia. La vittoria della Lazio, in particolare, è stata estremamente importante in quanto è stata ottenuta contro una diretta concorrente, il Bayern e quindi la Germania. A metà marzo, avremo un quadro più chiaro con la riduzione del numero di squadre in corsa per i trofei. Allora potremo determinare meglio chi è in vantaggio.

Tuttavia, l’Italia deve cercare di avere quante più squadre possibili nei quarti di finale e sperare di non perdere nessuna squadra dopo gli ottavi di finale. Se rimanessero sette club in gara per i quarti di finale, l’Italia avrebbe un vantaggio significativo, soprattutto se la Germania perdesse alcune delle sue squadre in questa fase. Bisogna anche tenere d’occhio le squadre tedesche, anche se in questo momento sembra che l’Inghilterra possa essere la più grande minaccia, dato che le squadre della Premier League devono ancora giocare.

Il ranking Uefa aggiornato attualmente mette l’Italia in cima con 14.714 punti, seguita dalla Germania con 13.928, l’Inghilterra con 13.875, la Spagna con 12.937, la Francia con 12.250, la Repubblica Ceca con 12.000, il Belgio con 11.800 e la Turchia con 10.500.

Fonte

Continua a leggere

Calcio

Lazio Bayern – Denunicati 4 tifosi tedeschi. Uno ha rotto il vetro divisorio

Pubblicato

il

Lazio Bayern – Denunicati 4 tifosi tedeschi. Uno ha rotto il vetro divisorio

Un individuo di 25 anni è stato identificato come sospettato autore del danneggiamento di uno dei vetri che separano i settori dello stadio. Mentre gli agenti della Polizia di Stato lo accompagnavano nei loro uffici, un altro tifoso del Bayern, un uomo di 38 anni di origine austriaca, ha cercato di aiutarlo a fuggire opponendosi alle forze dell’ordine.

Inoltre, altri due tifosi, uno di 52 anni e l’altro di 53, sempre appartenenti al settore ospiti, hanno tentato di rompere il cordone delle forze dell’ordine che gestivano l’uscita sicura dallo stadio al termine della partita.

Tutti e quattro i tifosi sono stati denunciati alla Magistratura: il 25enne per danneggiamento aggravato e gli altri tre per resistenza a pubblico ufficiale.

È importante sottolineare che tutti gli indagati sono considerati presunti innocenti durante questa fase del procedimento, che è quella delle indagini preliminari, fino a quando non venga emessa una sentenza definitiva che accerti la loro colpevolezza in modo irrevocabile.

Continua a leggere

Calcio

Lazio Bayern Monaco 1-0: Immobile regala una notte storica

Pubblicato

il

IMG 20240214 WA0116

La Lazio stravince contro il Bayern Monaco: Immobile regala una notte storica

La recente partita tra Lazio e Bayern Monaco ha regalato una vittoria storica per la squadra romana. La Lazio ha ottenuto una grande vittoria contro il Bayern Monaco, mostrando una performance caratterizzata da grinta, determinazione e astuzia tattica. Il momento decisivo della partita è arrivato al minuto 69′, quando Isaksen è stato abbattuto in area di rigore da Upamecano, causando l’espulsione diretta del giocatore francese. Ciò ha portato all’assegnazione di un calcio di rigore per la Lazio, trasformato con freddezza da Immobile per portare la squadra in vantaggio. Nonostante alcuni tentativi sfumati per un 2-0, la Lazio, sotto la guida di Sarri, ha mantenuto una prestazione eccezionale. Il ritorno è atteso per il 5 marzo.

Commento del miglior giocatore del match, Matteo Guendouzi
Dopo la partita, Matteo Guendouzi, premiato come il miglior giocatore del match, ha commentato: “Abbiamo giocato con grande qualità ed energia, come ci aspettavamo. Sarà difficile a Monaco, ma dobbiamo mantenere il nostro gioco. Ora però ci concentriamo sulla partita contro il Bologna.” Guendouzi ha così parlato ai media dopo la vittoria contro il Bayern Monaco nell’andata degli ottavi di finale di Champions League.

Record storico per la Lazio
La vittoria in casa rappresenta solo la seconda vittoria della storia della Lazio nella fase a eliminazione diretta della Champions League: la prima fu contro il Valencia nel 2000, con lo stesso punteggio di 1-0. Ciro Immobile ha festeggiato con il suo perfetto calcio di rigore che ha garantito la vittoria.

Festa in casa Lazio
Dopo la partita, c’è stata una festa al Olimpico, con Sarri che ha assistito al rigore di Immobile. Al triplice fischio, la Lazio ha vinto contro il Bayern Monaco, scatenando una festa all’Olimpico. Il match è stato ricco di azioni e opportunità per entrambe le squadre.

Promessa di emozioni
Prima dell’inizio, Lotito ha elogiato Sarri definendolo un “maestro di calcio”, enfatizzando la sua passione e l’entusiasmo. Le parole di Luis Alberto prima della partita erano incentrate sulla “personalità”, mentre le formazioni ufficiali mostravano la Lazio in un 4-3-3 e il Bayern Monaco in un 4-2-3-1.

L’importanza della sfida
Il match è stato preceduto da ricordi e numeri, inclusa l’unica precedente sfida tra Lazio e Bayern Monaco negli ottavi di finale della Champions League 2020-21, con la squadra tedesca che vinse entrambe le partite. La Lazio ha poi evidenziato di avere uno dei migliori bilanci nei principali cinque campionati europei in termini di clean sheet; solo il Lille ha eguagliato la formazione di Sarri.

Una serata memorabile
La serata è stata caratterizzata anche dalla presenza di circa 3500 tifosi del Bayern Monaco all’Olimpico. Le parole dell’ex Riedle hanno sottolineato l’importanza di non sottovalutare la Lazio e di fare attenzione ad Immobile.

L’atmosfera e la tensione
La sfida si è svolta in un Olimpico pieno, pronto a testimoniare un match ricco di emozioni e suspance. La Lazio ha tentato l’impresa contro la formazione tedesca, partendo alle ore 21.

Continua a leggere

Calcio

Sarri esprime grande soddisfazione per la Lazio “Ma il derby è il derby”

Pubblicato

il

sarri

Maurizio Sarri si complimenta con la Lazio dopo la vittoria sul Bayern ma punta al derby

Dopo la vittoria della Lazio contro il Bayern, il tecnico Maurizio Sarri si è detto soddisfatto, ma ha anche espresso il desiderio di ottenere una vittoria nel prossimo derby. Durante una conferenza stampa post-gara, Sarri ha condiviso il suo momento più emozionante come allenatore dei biancocelesti, sottolineando l’importanza di vincere il derby. Ha dichiarato: “C’è grande soddisfazione quando riesci a fare risultato con queste squadre, però la felicità della vittoria del derby è un po’ di più”.

Durante la conferenza stampa, Sarri è stato interrogato su quale fosse il momento più emozionante vissuto da lui come allenatore dei biancocelesti. Egli ha rivelato la sua soddisfazione per la vittoria ottenuta, ma ha sottolineato che vincere il derby rappresenterebbe un’emozione speciale ancora più grande.

Continua a leggere

Calcio

Lazio Bayern Monaco dove vederla e probabili formazioni

Lazio Bayern Monaco dove vederla e probabili formazioni

Pubblicato

il

Dove vedere Lazio-Bayern Monaco: TV, streaming su Canale 5, Sky, Amazon Prime

Dove Guardare Lazio-Bayern Monaco: Guida alla Trasmissione in TV, Formazioni Aggiornate

Il prossimo 14 Febbraio 2024, alle 21:00, presso lo Stadio Olimpico di Roma si terrà l’attesissima partita di calcio tra Lazio e Bayern Monaco, valida per gli ottavi di finale della Champions League. La competizione sarà trasmessa in diretta esclusivamente su Prime Video, sia in TV che in streaming. Qui di seguito, una panoramica aggiornata sulle formazioni e le ultime novità in merito alla sfida tra le due squadre guidate rispettivamente da Sarri e Tuchel.

Previsioni per Lazio e Bayern Monaco

La Lazio di Maurizio Sarri si troverà di fronte il Bayern Monaco, attuale campione di Germania, in un incontro che promette grande spettacolo. Dopo la recente vittoria per 3-1 contro il Cagliari, i biancocelesti si preparano ad affrontare una delle sfide più impegnative della stagione. D’altra parte, il Bayern Monaco è reduce da alti e bassi in campionato. L’arbitro designato per l’importante match è il francese François Letexier.

La Battaglia sul Campo

Nonostante le differenze in termini di valore dei giocatori sul campo, la sfida si preannuncia difficile per la Lazio, come testimoniano i precedenti confronti negli ottavi nella stagione 2020/2021, entrambi vinti dai bavaresi con netto margine. La formazione capitolina non potrà contare su Zaccagni, mentre il Bayern dovrà fare i conti con diversi infortuni.

Trasmissione e Telecronaca

La partita tra Lazio e Bayern Monaco sarà trasmessa in diretta TV e in streaming su Prime Video, con esclusivo accesso per gli abbonati Prime. Gli spettatori potranno accedere al live utilizzando l’app Prime Video su smart TV, console di gioco, Amazon Fire TV Stick, TIMVISION Box e Google Chromecast. La telecronaca sarà curata da Sandro Piccinini e Massimo Ambrosini, con Alessia Tarquinio e Fernando Siani come inviati a bordocampo. La partita sarà disponibile in streaming live esclusivamente su Amazon Prime Video.

Probabili Formazioni e Squadre In Campo

La Lazio si schiererà con Provedel; Lazzari, Gila, Romagnoli, Pellegrini; Guendouzi, Rovella, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Pedro. Dall’altra parte, il Bayern Monaco dovrebbe presentare Neuer; Upamecano, Dier, Kim; Mazraoui, Pavlovic, Goretzka, Guerreiro; Sané, Musiala; Kane.

Per ulteriori dettagli: [Fonte]

Continua a leggere

Calcio

Lazio-Bayern, il piano stradale e i divieti di sosta per la partita di Champions

Pubblicato

il

Chiusure stradali e divieti di sosta a Roma per la partita Lazio-Bayern del 14 Febbraio

Chiusure stradali e divieti di sosta per la partita Lazio-Bayern del 14 Febbraio

Un nuovo evento si avvicina allo Stadio Olimpico di Roma, mercoledì 14 febbraio, con la tanto attesa partita tra Lazio e Bayern Monaco, valida per la Uefa Champions League. Si prevede un’affluenza record con oltre 50.000 biglietti venduti, compresa la presenza di almeno 3.000 tifosi provenienti dalla Germania.

Il calcio d’inizio è fissato per le 21, ma diverse ore prima saranno applicate chiusure stradali e divieti di sosta per gestire il flusso di persone verso lo stadio e le aree circostanti. Le misure coinvolgeranno diverse strade cittadine limitrofe all’Olimpico e al centro storico.

A partire da martedì 13 febbraio 2024, oltre ai provvedimenti riguardanti la viabilità del Foro Italico, sarà istituito il divieto di sosta in tutto il centro cittadino, soprattutto nelle zone dove tradizionalmente si radunano le tifoserie straniere, come l’area dell’antico Colosseo.

Già da oggi la sosta è vietata in varie aree, incluse largo Corrado Ricci, l’intersezione di via Cavour con largo Ricci e numerose altre vie come via del Colosseo, via Frangipane, via del Cardello, vicolo e via del Buonconsiglio, e via del Pernicone.

A partire dalle 7 del mattino di mercoledì 14 febbraio, l’area di parcheggio sarà trasferita al Lungotevere della Vittoria. I veicoli parcheggiati verranno rimossi da piazzale Maresciallo Giardino fino a via Timavo.

Nel corso di mercoledì 14 febbraio 2024, è prevista la chiusura di piazzale delle Canestre, destinato a punto di raccolta per i tifosi, che verranno poi accompagnati all’Olimpico su autobus pubblici e scortati dalle forze dell’ordine. Entro le 8 di mercoledì, tutti i veicoli parcheggiati in questa zona, così come su viale Washington e nelle strade adiacenti, dovranno essere rimossi.

Infine, è probabile che l’intero tratto che va da via San Paolo del Brasile a viale Washington possa essere chiuso al traffico.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA