Seguici sui Social

Attualità

Concorso ruolo tecnico carabinieri 2024: requisiti e domanda online.

Pubblicato

il

Concorso ruolo tecnico carabinieri 2024: requisiti e domanda online.

Il bando per il Concorso ruolo tecnico dell’arma dei carabinieri 2024 prevede il reclutamento di 17 tenenti da collocare in varie specialità dell’Arma. Tra i requisiti è necessario non avere superato i 32 anni di età e avere la laurea magistrale nell’ambito di competenza scelto. Il concorso pubblico è online dal 26 febbraio scorso e la data di inizio per la presentazione delle domande è scatta il giorno dopo ma c’è tempo un mese per presentare la propria candidatura e cioè fino al 27 marzo.

Il Concorso ruolo tecnico dell’arma dei carabinieri 2024 prevede il reclutamento di 17 tenenti suddivisi in 14 posti per civili e 3 posti per i militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti ai ruoli Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati, Carabinieri, nonché ai paritetici ruoli forestali. I posti disponibili sono suddivisi in varie specialità, come medicina, veterinaria, psicologia, investigazioni scientifiche – fisica, telematica, genio, amministrazione e commissariato.

I requisiti per partecipare al concorso includono non aver superato i 32 anni di età (45 anni per i militari dell’Arma dei Carabinieri con almeno cinque anni di servizio e 34 per gli Ufficiali in Ferma Prefissata) e avere la laurea magistrale nell’ambito di competenza scelto, con relativi titoli abilitanti per alcune specialità. È inoltre necessario essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione relativa al titolo di studio richiesto.

La domanda per partecipare al concorso deve essere compilata e presentata online attraverso il portale web Concorsi online dei carabinieri. È necessario avere le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) con livello di sicurezza 2. Il concorso prevede diverse prove, tra cui una eventuale prova di preselezione, una prova scritta, prove di efficienza fisica, accertamenti psico-fisici, accertamenti attitudinali, prova orale, prova facoltativa di lingua straniera e valutazione dei titoli di merito. È disponibile un’applicazione web “Simulatore concorsi” per preparare i candidati al superamento dei test delle prove di preselezione.

Fonte

Attualità

Funerale del 14enne precipitato al Lago di Nemi: omaggio con striscioni e palloncini bianchi

Pubblicato

il

Commemorazione di un giovane a Ariccia

Decine di persone hanno partecipato al funerale del 14enne caduto in un dirupo del Lago di Nemi ad Ariccia. Amici, parenti e conoscenti sono giunti per l’addio al paziente, portando striscioni, palloncini bianchi e dedicandogli un lungo applauso.

Immagine di repertorio

Dettagli sulla cerimonia funebre

Una folla silenziosa di persone tra amici, famigliari, conoscenti e cittadini di Ariccia si sono ritrovati nel Santuario di Santa Maria di Galloro ai Castelli Romani. Il funerale del ragazzo di quattordici anni, precipitato sul Lago di Nemi, è stato celebrato il 16 aprile. Durante la cerimonia, il sindaco di Ariccia, Gianluca Staccoli, ha proclamato il lutto cittadino. La messa è stata presieduta da don Kenneth Meneses Rodriguez. Gli amici del ragazzo lo hanno salutato con striscioni di stima e affetto, palloncini bianchi volati in alto nel cielo e un applauso.

Le circostanze della tragedia

Il 14enne è morto in un tragico incidente vicino al Lago di Nemi. Stava trascorrendo un pomeriggio giocando a calcio con alcuni amici il 14 aprile, quando l’incidente ha avuto luogo. Si è appeso ad un albero, ma il ramo si è spezzato provocando la sua caduta in un dirupo. La caduta di trenta metri purtroppo gli ha risultato fatale.

Il recupero del corpo

Gli amici del giovane hanno chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112. I vigili del fuoco di Nemi e i carabinieri di Velletri sono subito intervenuti sul posto. Nonostante l’immediata reazione, non è stato possibile salvare la vita del giovane. Il suo corpo è stato poi trasferito all’ospedale dei Castelli ad Ariccia e successivamente all’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Roma Tor Vergata, dove è stato riconsegnato alla famiglia.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Roma prevede l’arrivo di 32 milioni di pellegrini per il Giubileo nel prossimo anno

Pubblicato

il

Aspettative per il Giubileo

Il prefetto di Roma, Lamberto Giannini, si mostra fiducioso per il Giubileo previsto per il 2025, aspettandosi un afflusso di 32 milioni di visitatori. Tuttavia, la sua convinzione è che ne arriveranno di più, grazie al fascino speciale che avrà la capitale.

Il problema della sicurezza

Lamberto Giannini affronta anche i problemi legati alla sicurezza in vista dell’evento. La situazione attuale non è priva di sfide, vista la frequente susseguirsi di eventi che minano la tranquillità. Per questo motivo, ci si deve adoperare per garantire la serenità dell’evento. L’introduzione del 5G nelle piazze di Roma rappresenta un valido strumento di comunicazione in caso di emergenza. Le applicazioni digitali aiuteranno all’organizzazione del flusso di visitatori.

Stime storiche dei visitatori

Confrontando le stime attuali con quelle degli anni precedenti, secondo l’Agenzia Romana per la preparazione del Giubileo 2000, il numero di pellegrini che visitarono Roma quel anno fu di circa 24 milioni. Il Censis ha totalizzato 32 milioni di visitatori nell’Anno Santo. Nel Giubileo straordinario del 2015, i visitatori furono 33 milioni. Guardando ai numeri, Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma, è ottimista per il prossimo evento.

La nuova piazza San Giovanni in Laterano a Roma

Previste difficoltà lucrative e di ospitalità

Secondo i dati di Unioncamere e ISNART, istituto Nazionale Ricerche Turistiche, nel 2025 si aspettano addirittura 35 milioni di turisti e pellegrini. Questo porterà a una spesa di oltre 16 miliardi di euro e una crescita dell’81%. Tuttavia, molte associazioni di categoria esprimono preoccupazioni in merito all’ospitalità. Attualmente, sono disponibili solo 400,000 posti letto e il 66% delle stanze è già occupato. Di conseguenza, vi potrebbero essere problemi di overbooking e difficoltà nell’accoglienza dei visitatori in arrivo nella capitale.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Aggressione a dirigente polizia durante scontri alla Sapienza: Meloni condanna violenze

Pubblicato

il

Giorgia Meloni condanna le violenze alla Sapienza

Giorgia Meloni ha espresso la sua condanna nei confronti degli atti di violenza accaduti durante gli scontri di ieri presso l’Università La Sapienza di Roma, durante un corteo a sostegno della Palestina. In seguito a questi scontri, due studenti sono stati arrestati e un dirigente della polizia è stato aggredito.

Gli scontri di ieri alla Sapienza

Il bilancio degli scontri

Un delegato della Polizia di Stato è stato preso a pugni durante gli scontri di ieri presso l’Università la Sapienza in Roma che sono culminati in due arresti di studenti e diversi feriti. Meloni ha rilasciato una dichiarazione esprimendo “la sua piena condanna delle violenze perpetrate dai collettivi a Roma”. Nel corso dell’università, ci si attende l’ormai prossima riunione del Cda e del Senato accademico in merito a degli accordi di ricerca con Israele.

Il processo in corso per i due studenti

Il processo per i due studenti arrestati in seguito agli scontri è fissato per oggi. Gli studenti hanno organizzato un presidio a Piazzale Clodio. Entrambi sono stati arrestati per aver cercato di entrare nel senato accademico e in un commissariato, durante l’aggressione al delegato della polizia. I protestanti continueranno con una manifestazione davanti al carcere di Regina Coeli, in occasione della Giornata del prigioniero palestinese.

Le reazioni della politica

Oltre a Giorgia Meloni, anche la Ministra dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini e il Ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, hanno condannato gli scontri all’Università La Sapienza. Bernini ha espresso il proprio sostegno alla Rettrice, Antonella Polimeni, aggiungendo che “La ricerca non si boicotta”.

Il ministro Piantedosi è intervenuto personalmente, contattando il capo della polizia, Vittorio Pisani, per sincerarsi delle condizioni di salute degli operatori delle forze di polizia aggrediti durante gli scontri, esprimendo la sua solidarietà.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Uomo di 52 anni arrestato durante commissione di reato

Pubblicato

il

Aggressione e minacce in ospedale: arrestato un 52enne

Un uomo di 52 anni è stato arrestato dai carabinieri dopo un episodio di aggressione presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano. L’uomo aveva aggredito un medico e minacciato il personale sanitario, motivo per cui è stato arrestato in flagranza di reato e portato in carcere. Il Giudice per le Indagini Preliminari ha successivamente convalidato l’arresto.

Le circostanze dell’aggressione

L’episodio è avvenuto il 8 aprile quando l’uomo, un cittadino italiano con precedenti, ha aggredito un medico, minacciato il personale sanitario e insultato alcune persone presenti nell’ospedale. I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Bracciano sono prontamente intervenuti, arrestando l’aggressore in flagranza di reato e portandolo al carcere di Civitavecchia.

Cosa è successo dopo l’aggressione

Prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, l’uomo si era allontanato dall’ospedale, dirigendosi verso un supermercato nelle vicinanze. Qui ha continuato a comportarsi in maniera inappropriata, disturbando sia i dipendenti che i clienti. Non appena i carabinieri sono riusciti a rintracciarlo, l’uomo ha tentato di opporsi al controllo, aggredendo e minacciando i militari.

Convalida dell’arresto e detenzione

Nonostante il tentativo di resistere, i carabinieri hanno proceduto all’arresto dell’individuo, che è stato poi condotto in carcere. Il giudice delle indagini preliminary ha convalidato l’arresto il 10 aprile, disponendo la custodia cautelare in carcere.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Calo delle temperature, vortice freddo previsto

Pubblicato

il

Calo delle temperature sul Lazio

Il freddo arriva sul Lazio, con temperature che continueranno ad abbassarsi per tutta la settimana. Non sono previste piogge, ad eccezione dei giorni del fine settimana.

Calano leggermente le temperature nel Lazio. Dopo alcuni giorni con il termometro che ha toccato quasi trenta gradi in località come Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, le temperature massime e minime saranno un po’ più basse e rimarranno sotto i venti gradi.

Ultorché previste precipitazioni

Per il resto della settimana, l’abbassamento delle temperature continuerà, raggiungendo addirittura soli 14 gradi massimi nelle zone più fredde del Lazio. In generale, non si prevedono piogge fino al weekend, in cui si potrebbero verificare precipitazioni e forti temporali.

Oggi a Roma sono previste massime di 19 gradi. Le temperature saranno un po’ più alte a Frosinone, dove il termometro toccherà i 21 gradi. A Latina, nelle ore più calde, ci saranno 20 gradi di massima. Le province più fredde saranno Rieti e Viterbo, con 17 gradi di massima previsti a Rieti e 18 gradi a Viterbo. I cieli saranno sgombri di nuvole in tutto il Lazio, senza precipitazioni, con venti che soffieranno da deboli a moderati.

Causa del calo delle temperature

Le temperature più rigide degli ultimi giorni sono dovute ad un vortice freddo che sta arrivando sull’Italia portando pioggia e temporali, previsti soprattutto per il fine settimana. Da oggi, le temperature cominceranno a scendere significativamente, costringendo a passare dalle mezze maniche alla giacca. Ma nella prossima settimana, il vortice freddo si sposterà verso la Grecia, riportando il caldo sulla penisola e un aumento delle temperature, proprio come nei giorni passati.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

21enne Deceduta, Chiusura di un Tratto di Autostrada

Pubblicato

il

Grave incidente sull’A1, una vittima

Nel pomeriggio di oggi è avvenuto un grave incidente sull’A1, nel tratto tra Anagni e Ferentino. A causa di circostanze ancora in fase di accertamento, un camion e una macchina si sono scontrati. Tragicamente, nel sinistro è morta una giovane di 21 anni.

Dettagli dell’incidente

La foto mostra i mezzi coinvolti nello schianto sull’A1. L’incidente, molto grave, è avvenuto sull’Autostrada del Sole, nel pomeriggio del 16 aprile, poco prima delle 17. Il tratto autostradale tra i caselli di Ferentino e Anagni è stato chiuso a seguito del sinistro, avvenuto nei pressi del casello di Ferentino. Non sono ancora chiare le cause dell’incidente ma è noto che ad essere coinvolti sono stati un’auto e un camion. La vittima è una ragazza di 21 anni residente a Roma, che viaggiava sull’auto. L’impatto è avvenuto sulla corsia nord.

Coda e intasamento nel traffico

Il gravissimo incidente ha causato una coda di cinque chilometri sull’autostrada. Il traffico è stato deviato sulla Casilina e sulla Morolense fino ad Anagni, mentre per chi proviene da Sud, l’uscita consigliata è quella del casello di Frosinone.

Servizi di emergenza sul luogo dell’incidente

Un eliambulanza è atterrata sul luogo dell’incidente per prestare soccorso alle altre persone rimaste ferite. La Polizia Stradale ha preso in carico i rilievi, coadiuvata nell’opera di soccorso e gestione dell’evento dai Vigili del Fuoco e dal personale della società Autostrade.

Investigazioni e conseguenze

La dinamica precisa dello scontro tra i due veicoli è ancora oggetto di accertamenti da parte delle forze dell’ordine. Nonostante i tentativi di rianimazione della giovane di 21 anni morta nell’impatto, i soccorritori non sono riusciti a salvarla, a causa delle gravi ferite riportate. Come di consuetudine in questi casi, i mezzi coinvolti nel sinistro saranno posti sotto sequestro.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Abbassamento delle temperature: ritorna l’aria fredda

Pubblicato

il

Meteo Roma e Lazio: previsioni per il 16 aprile

Le previsioni del meteo per Roma e il Lazio indicano un tempo stabile e soleggiato con temperature che raggiungeranno un massimo di 22 gradi il martedì 16 aprile. Nonostante un leggero calo delle temperature, il tempo rimarrà asciutto e soleggiato su gran parte del territorio.

Atteso cambio del quadro meteorologico

Da oggi, gli esperti de Il Meteo.it prevedono un cambiamento nel quadro meteorologico. Un’ondata di aria fredda che arriva dalla Scandinavia porterà temporali, grandine e neve. Questo porterà le temperature più in linea con la media stagionale, dopo un anticipo d’estate lo scorso weekend che ha visto i termometri toccare punte di 30 gradi.

Meteo Roma: previsioni per il 16 aprile

Per oggi, martedì 16 aprile, le previsioni meteo per Roma registrano un cielo tranquillo con poche nubi e nessuna precipitazione in vista. Le temperature oscilleranno tra minime di 14 e massime di 22 gradi, con un vento moderato.

Previsioni meteo Lazio: dettagli sulle temperature

Una situazione simile è prevista per il resto del Lazio, con un tempo stabile e soleggiato o coperto da poche nubi sparse. Le temperature varieranno capoluogo per capoluogo: tra 11 e 23 gradi a Frosinone, tra 13 e 23 gradi a Latina, tra 10 e 22 gradi a Rieti, tra 9 e 21 gradi a Viterbo.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Produttore cinematografico Marco Belardi è la vittima

Pubblicato

il

Il furto del Rolex

Il noto produttore cinematografico Marco Belardi è diventato recentemente vittima di un furto mentre era fermo ad un semaforo vicino a piazzale Flaminio. Come ha raccontato lui stesso, improvvisamente ha subito un urto allo specchietto del lato del guidatore proveniente da uno scooter. Istintivamente ha abbassato il finestrino per sistemarlo, esponendosi così al furto.

Immediatamente, un altro scooter si è avvicinato alla sua auto. Un individuo ha approfittato della situazione per strappargli dal polso il suo Rolex Yacht Master 40, che ha un valore di circa 27 mila euro. La resistenza messa in atto da Belardi non è bastata a fermare il ladro, che dopo averlo derubato è salito su una Harley Davidson, probabilmente rubata, e si è dato alla fuga.

Protagonista del furto è un noto produttore cinematografico

Il Rolex di 20 anni di Belardi aveva un notevole valore sentimentale per lui, essendo il frutto di molti anni di duro lavoro. Belardi, originario di una famiglia umile, ha dichiarato di aver costruito la sua carriera da solo. Anche se il danno economico sarà parzialmente coperto dall’assicurazione, non sono i soldi ad interessarlo, ma piuttosto il valore simbolico dell’orologio.

Belardi, una carriera nel cinema

Marco Belardi è un produttore noto nel mondo del cinema italiano. Tra i film che ha prodotto si annoverano molti lavori di Paolo Genovese, Gabriele Muccino e Paolo Virzì. Tra le pellicole finanziate ricordiamo: Immaturi, Tutta colpa di Freud, La pazza gioia, Perfetti sconosciuti, tutti diretti da Paolo Genovese, ma anche Il professor Cenerentolo di Leonardo Pieraccioni, Omicidio all’italiana di Maccio Capatonda e Il primo giorno della mia vita, anche questo di Genovese.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Tragica perdita: adolescente di 14 anni deceduto

Pubblicato

il

Tragico incidente per un ragazzo di 14 anni

Un tragico incidente è accaduto in Ariccia, dove un ragazzo di 14 anni ha tentato di appendersi a un albero in via Perino. Il ramo non ha retto il suo peso, rompendosi e facendo cadere il giovane per trenta metri in un burrone. Le rocce sottostanti non gli hanno lasciato scampo, causando la sua morte istantanea.

Vista sul lago di Nemi

Tardo pomeriggio d’orrore al lago di Nemi

Il devastante incidente è accaduto durante un pomeriggio di svago trascorso con gli amici sul lago di Nemi, interrotto da momenti di orrore. La rottura del ramo ha trasformato una giornata di innocenti divertimenti in una tragedia.

Il tragico ritrovamento

L’incidente è avvenuto domenica 14 aprile, coinvolgendo il 14enne F.P. I vigili del fuoco di Nemi e i carabinieri della compagnia di Velletri sono stati chiamati sul luogo. Nonostante il loro intervento, non c’è stato niente da fare per il ragazzo. Il suo corpo è stato trasportato all’ospedale dei Castelli a Ariccia, prima di essere trasferito all’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Roma Tor Vergata.

Caduta mortale dal ramo di un albero

Stando a quanto riportato da Castelli Notizie, il giovane, studente dell’istituto alberghiero di Velletri, si sarebbe allontanato dagli amici e avrebbe tentato di arrampicarsi su un albero in via Perino. Dopo la sua caduta dal ramo rotto, il ragazzo ha colpito una roccia prima di cadere per ulteriori 40 metri. Nonostante i tentativi di rianimazione, i soccorritori del 118 non sono riusciti a salvarlo.

Un percorso pericoloso sul lago di Nemi

Dopo aver passato il pomeriggio sulla spiaggia del ristorante La Fiocina, i ragazzi stavano tornando a casa, a Genzano. Hanno deciso di percorrere un sentiero chiuso per motivi di sicurezza circa dieci anni fa. Nonostante i divieti, la strada è ancora oggi utilizzata per raggiungere le rive del lago di Nemi e per ritornare al paese.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Clima: caldo ma poi crollo termico di 10 gradi previsto

Pubblicato

il

Previsioni Meteo Roma e Lazio: Sole e Caldo il 15 Aprile

Le previsioni meteo indicano cielo sereno, sole e caldo a Roma e nel Lazio per il 15 aprile. È previsto, però, un cambiamento di condizioni meteorologiche a partire dal giorno seguente, con l’arrivo di un’aria più fredda a causa di un vortice ciclonico.

Oggi, lunedì 15 aprile, le condizioni meteo a Roma e nel Lazio indicano un tempo bello, stabile e soleggiato. Le temperature possono raggiungere un massimo di 22 gradi. Nonostante inizi a diminuire la pressione sul territorio, su gran parte della regione il tempo rimane asciutto e pieno di sole. Il cielo appare sereno o poco nuvoloso dappertutto.

Previsto un Cambiamento Meteo a Partire da Martedì

Tuttavia, a partire da martedì si prevede un repentino cambiamento delle condizioni meteorologiche. L’arrivo di un vortice ciclonico, proveniente dal Nord d’Europa, porterà aria fredda e un brusco calo delle temperature, che potrebbero scendere di circa 10 gradi. Le temperature registrate nei giorni precedenti, specialmente nel weekend appena passato, erano decisamente al di sopra della media stagionale, con punte di 30 gradi.

Previsioni Meteo a Roma per Oggi

Oggi, lunedì 15 aprile, le previsioni meteo a Roma prevedono tempo stabile e soleggiato, con poche nubi in cielo e nessuna precipitazione. Il cielo sarà sereno durante la notte, parzialmente coperto al mattino, ma torna a essere sereno nel pomeriggio con il sole che splende fino al tramonto. Le temperature in città variano tra i 13 e i 22 gradi e il vento soffia da debole a moderato.

Previsioni Meteo nel Lazio

Anche nel resto del Lazio il tempo è bello con poche nubi in cielo. Le temperature oscillano tra minime e massime di: 11 e 26 gradi a Frosinone, 12 e 25 gradi a Latina, 9 e 24 gradi a Rieti, 9 e 24 gradi a Viterbo.

Fonte

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA