Inseguito e ucciso sul GRA. Condannato il poliziotto

Inseguito e ucciso sul GRA. Condannato il poliziotto in appello dopo che in primo grado era stato assolto.

Sentenza ribaltata in appello per la vicenda della morte di Bernardino Budroni. Il giovane romano inseguito e ucciso sul Gra di Roma nel luglio 2011. La prima Corte d’appello ha condannato a 8 mesi di reclusione M. P., l’agente di polizia che sparò e uccise Budroni. IL ragazzo fuggiva dalla polizia chiamata dalla ex fidanzata che lo accusava di stalking. In primo grado il poliziotto era stata assolto ‘perché il fatto non costituisce reato’. Oggi, in appello è arrivata la condanna per omicidio colposo con eccesso colposo dell’uso legittimo delle armi putativo e per un evento diverso da quello voluto.

[irp posts=”124654″ name=”DIA Il rapporto semestrale sulle mafie a Roma preoccupa”]

SEGUICI SU FACEBOOK E LASCIA UN LIKE>>>CLICCA QUI

BLITZ DEI CARABINIERI CONTRO I CASAMONICA>>>CLICCA QUI

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE