SS LAZIO Si riparte con i rebus Milinkovic – Luis Alberto

SS LAZIO A Formello dopo le vacanze si inizia a lavorare per la prossima stagione. Sullo sfondo però i rebus Milinkovic Luis Alberto.

Per il centrocampista serbo si è aperta un’asta, per lo spagnolo la nostalgia di casa e soprattutto il Siviglia. Milinkovic intanto è a Formello con i compagni. Si ferma all’ingresso, firma autografi, non risponde però alla domande sul suo futuro dei tifosi della Lazio. Luis Alberto invece sfreccia a bordo della sua auto e fila direttamente dentro. Lo aspetta un chiarimento: lui è stato confermato per l’anno prossimo, perché però in Spagna ha più volte ribadito che non esclude l’addio? Inzaghi lo ha chiamato. Adesso spetta a lui dimostrarsi più che motivato, anche per togliere ogni dubbio di cessione a Lotito.

CASO MILINKOVIC

Su Milinkovic il discorso è diverso. La Lazio gli ha promesso di fargli fare il salto ma pretende il giusto incasso. Kezman a Parigi ha parlato con Leonardo e in Premier (United e City) ha fatto più di un sondaggio. Pure con la Juve c’era un accordo, ma ora vincerà chi metterà prima almeno 80 milioni sul piatto. Milinkovic avrebbe preferito evitare d’iniziare il ritiro ad Auronzo. Ammette di voler partire e restarci, invece, Caicedo. «Speriamo», risponde a un tifoso. Inzaghi lo ha convinto, ma adesso dipende tutto dal rinnovo. In scadenza fra un anno la Lazio deve persuaderlo a firmare con un ricco adeguamento.

IL NUOVO ARRIVO VAVRO

Inizia anche la nuova avventura del centrale slovacco Vavro, uno dei primi a presentarsi al raduno. «La Lazio mi seguiva da tre mesi e io non ho mai avuto dubbi. Ha una grande storia e per me è un passo avanti. Sono stati spesi tanti soldi per me (quasi 12 milioni, ndr), ma io dimostrerò il mio valore. So che continueremo a giocare con la difesa a tre, non c’è nessun problema. Spetterà al tecnico decidere in quale posizione farmi giocare». C’è attesa anche per ammirare gli scatti sulla fascia del baby Bobby Adekanye. Ieri i medici sono rimasti impressionati dalle sue qualità fisiche sotto sforzo.

Ci sono tutti o quasi alle 18 in campo agli ordini del mister. Ieri mattina avevano effettuato gli esami il mister e alcuni giocatori. Altri si erano visti per le prove di forza all’Isokinetic. «Ogni anno ringiovanisco», ha scherzato Parolo dall’alto dei suoi 34 anni. Correa e Luiz Felipe sorridenti: «Felici e pronti». Hanno rispettato i compiti e tenuto in caldo i muscoli. Strakosha non vede l’ora di riabbracciarli ma prima deve superare i problemi fisici. Assente, il portiere, insieme a Badelj in uscita. Entrambi si aggregheranno al gruppo, salvo novità sul croato (Fiorentina), forse lunedì 15.

SORPRESA RADU

Non ci saranno neppure gli infortunati Lukaku e Berisha né Bastos che, eliminato dalla Coppa d’Africa con l’Angola, rientrerà in gruppo al rientro dalle Dolomiti. Nella lista per il ritiro anche Adamonis, Casasola, Rossi, Djavan e André Anderson più il ‘99 Jorge Silva, che prenderà il posto di Radu. Non era stato convocato ma ieri il romeno si è presentato a Formello nel tentativo disperato di ricucire lo strappo. Ha chiesto scusa in ogni modo, non si è ancora arreso all’addio. Ha chiesto a Tare almeno un altro confronto, poi si rassegnerà a trasferirsi all’estero.

Per ora resterà a Roma in attesa di capire il suo futuro, con Bari, Baxevanos, Bezziccheri, Di Gennaro, Filippini, Germoni (a un passo dalla Juve Stabia), Kishna, Lombardi (potrebbe finire a Salerno), Minala, Mohamed, Spizzichino, Tounkara e Vargic. Palombi si è accasato alla Cremonese. Oggi alle 15 la Lazio sarà in Campidoglio dove verrà premiata dalla sindaca Raggi per la vittoria della Coppa Italia. Verrà presentata anche la nuova maglia. Chissà se Milinkovic e Luis Alberto riusciranno a indossarla.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

ROMA – TRAGICO INCIDENTE CON LO SCOOTER IN VIA DEL FORO ITALICO

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

Ti potrebbe interessare