Giovane armato di coltello semina il panico a San Pietro

ROMA Basilica piena di turisti e comitive in visita guidata. A San Pietro fra i tanti visitatori un giovane, forse tedesco, armato di coltello.

Gli uomini della sicurezza, disarmati, lo accerchiano cercando di calmarlo. Lui, in tuta sportiva e con un borsello, si sposta vicino al baldacchino del Bernini e inizia a inveire contro la Chiesa Cattolica. Una donna gli dà del Martin Luther: “He’s back”, si sente. All’interno di San Pietro le urla del giovane armato di coltello rimbombano. Il ragazzo, non si sa come, ha superato i controlli che dovrebbero regolare, anche con i metal detector, gli accessi.

Brandisce un coltello e in tedesco urla frasi sconnesse. Agenti della Gendarmeria e uomini della Fabbrica di San Pietro che stavano preparando la Basilica per una cerimonia lo circondano. Il giovane rotea un coltello, con se porta anche un rosario e un crocefisso. Per fortuna sono riusciti a fermarlo prima che potesse ferire qualcuno o danneggiare le opere d’arte. Una volta bloccato e consegnato alla polizia è stato portato all’ospedale Santo Spirito per un trattamento sanitario obbligatorio.

SEGUICI SU TWITTER

CALCIO LAZIO – ATALANTA: LA CONFERENZA DI INZAGHI

Ti potrebbe interessare