Seguici sui Social

Primo Piano

OMICIDIO SACCHI I dubbi del padre di Luca su Anastasia

Avatar

Pubblicato

il

Omicidio Luca Sacchi
PUBBLICITA


OMICIDIO SACCHI I dubbi del padre di Luca su Anastasia Kylemnyk. La fidanzata del ventiquattrenne ucciso a Roma la sera del 23 ottobre in circostanze ancora da chiarire non ha mai spiegato cosa sia accaduto veramente quella sera.

Il padre di Luca Sacchi, Alfonso, crede che Anastasia possa nascondere qualcosa sull’omicidio “visti i suoi comportamenti”. Tanti, troppi i dubbi. Non gli basta sapere che Valerio Del Grosso, il ventunenne di Casal Monastero, è colui che ha sparato quella notte. Non gli basta che lui e il suo complice Paolo Pirino siano in carcere accusati di omicidio. Papà Alfonso vuole sapere perché il figlio è morto. Ed è convinto che Anastasia sappia molto di più di quello che ha detto finora. Nello zainetto della ragazza, dicono gli intermediari di Del Grosso, c’erano i soldi per acquistare marijuana o cocaina. Perché lei non spiega?

E poi su Princi, ex compagno di scuola di Luca: “Princi spostò l’auto invece di aiutare Luca. Se fosse stato un amico si sarebbe dovuto comportare diversamente”. L’uomo non cerca colpevoli morali ma vuole capire se suo figlio era innocente o se era coinvolto in una trattativa per comprare droga. Perché dopo che Luca era stato colpito Princi andò a spostare l’auto di Anastasia mentre il suo amico era ferito? Cosa doveva nascondere? E poi c’è l’iniezione, fatta dallo stesso Alfonso, al figlio quella sera: un antidolorifico per la schiena. Poi però Luca dopo aver ricevuto una telefonata era uscito ugualmente con Anastasia: “Mia moglie mi disse che sarebbe tornato poco dopo. Ogni tanto lui e Anastasia prima di cena si vedevano per un aperitivo”.

SEGUICI SU TWITTER

SALVINI, MELONI E GASPARRI, CONTRO FAZIO E LA RACKETE


Primo Piano

FLASH NEWS – Arriva la neve a Roma nord: primi fiocchi nella Capitale

Avatar

Pubblicato

il

Arriva la neve a Roma nord: da stamattina primi fiocchi anche sui Castelli in una domenica che si è aperta con temperature davvero gelide.

Nella maggior parte dei casi si è trattata di pioggia mista a ghiaccio ma a Cerveteri alta e Palestrina la neve è caduta davvero. Così come nel piccolo borgo di Nemi, poco fuori Roma. La Protezione civile del Lazio d’altronde aveva parlato chiaro quando la scorsa settimana aveva previsto allerta meteo gialla su tutto il territorio. Le condizioni atmosferiche sono per ora sotto controllo soprattutto nella Capitale dove le temperature si stanno rialzando.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA