Crollo viadotto A6: perquisizioni della Guardia di Finanza

Crollo viadotto A6 Su disposizione della procura di Savona la Guardia di Finanza ha eseguito perquisizioni nelle sedi di Torino della società Autostrada dei Fiori e in quelle di Milano e Savona della Sina. Entrambe società del Gruppo Gavio.

Le Fiamme Gialle hanno acquisito i documenti sulla progettazione, la realizzazione, ispezioni e manutenzioni del viadotto Madonna del Monte sull’autostrada A6 a causa del crollo del 24 novembre dovuto a una frana. I documenti saranno esaminati dai tre consulenti tecnici incaricati dalla procura. Il fascicolo d’indagine è a carico di ignoti. Autostrada dei Fiori è concessionaria del tratto autostradale interessato dal crollo. Sina invece si è occupata di eseguire le ispezioni periodiche di tutti i tratti autostradali dati in concessione al Gruppo Gavio.

Il 25 novembre Autostrada dei Fiori aveva definito l’evento «da considerarsi imprevisto e imprevedibile». Questo perché la frana partita dalla collina sovrastante il viadotto «ha comportato il rilascio di una quantità di energia di gran lunga superiore a quella che avrebbe potuto essere assorbita dal ponte. Peraltro, lo stesso ha manifestato una elevata robustezza in quanto non ha propagato il danno al di là della zona direttamente impattata dall’evento».

SEGUICI SU TWITTER

Ti potrebbe interessare