Rifiuti Roma — Rossi (Ugl): “M5S incapace di amministrare la città”

Nella giornata di ieri, in Campidoglio, si è tenuta un’assemblea capitolina sulle discariche e la gestione dei rifiuti nella Capitale. La situazione è imbarazzante per il Movimento 5 Stelle che non ha saputo amministrare la città ed è arrivato a scusarsi con i romani tramite la capogruppo al Campidoglio. È identificativa la risoluzione per il posizionamento della discarica Rsu a Roma, nel sito di Falcognana. La discarica di Falcognana è prima nella classifica delineata dalla trattativa Campidoglio-Regione Lazio per la nuova Rsu (trattamento di rifiuti solidi urbana) della Capitale. Sito, questo, che allo stato attuale tratta il materiale ‘fluff’ e dista circa 4 chilometri dall’aeroporto di Ciampino. È impensabile il posizionamento della nuova discarica, in quella porzione di Agro Romano Meridionale, per Roma. Oltre all’insostenibile e vergognosa gestione dei rifiuti da parte dell’amministrazione, che è ormai al limite del paradosso, ci preoccupa la sicurezza del trasporto aereo, compromessa per via del fenomeno dello ‘bird strike’.

I rifiuti presenti nella discarica, infatti, sarebbero indifferenziati e rappresenterebbero nutrimento per i volatili. Rimaniamo allibiti alla luce del fatto che non si siano resi conto che nel 2013 l’Enac, nel comunicato stampa n. 76/2013, scriveva: ‘Per questo motivo, e senza entrare nel merito di scelte che non gli competono, l’Enac chiede di essere informato, ricordando che il proprio parere è vincolante’. Stando all’articolo 707 del Codice di navigazione, l’ente in questione ha la responsabilità di individuare le zone in cui porre vincoli in termini di sicurezza. Sempre nella seduta capitolina, rimaniamo basiti dall’astensione del Pd su Falcognana, in quanto i consiglieri dovrebbero sapere perfettamente quanto dichiarato dall’Enac nel 2013, pertanto ci aspettavamo una votazione contraria. Falcognana è l’esempio del fallimento politico, generato da superficialità e inadempienze, in ottica rifiuti. È intollerabile che i cittadini vengano trattati in questo modo, non possiamo accettare l’apertura di una discarica a Falcognana, in barba ai principi più sani di buonsenso, oltre che di legittimità. Urge un programma d’investimento duraturo sul piano dei rifiuti romani, non misure palliative a campione che non risolvono nulla” ha dichiarato in una nota Ermenegildo Rossi, segretario Ugl Roma e Provincia.

Ti potrebbe interessare