fbpx
Seguici sui Social

Primo Piano

ROMA RIFIUTI Intesa sulla discarica: ecco dove sorgerà

Pubblicato

in



ROMA RIFIUTI Intesa sulla discarica: ecco dove sorgerà.

ROMA RIFIUTI Intesa sulla discarica. Si allontana dunque l’ipotesi commissariamento, mentre l’emergenza in vista della chiusura del sito di Colleferro (a partire dal prossimo 16 gennaio) vede più vicina la fine. L’accordo è stato trovato ieri pomeriggio, in un incontro tra Regione e Comune a Palazzo Senatorio. Tra i presenti non solo i tecnici: a confrontarsi c’erano infatti anche l’assessore regionale ai Rifiuti Massimiliano Valeriani, il capogruppo capitolino dei 5S Giuliano Pacetti e i due capo di gabinetto Albino Ruberti e Stefano Castiglione. Le parti hanno dunque optato per il dialogo e al termine del summit sono uscite con una nota congiunta

Ufficialmente non è stata individuata ancora nessuna discarica. In realtà, nonostante gli ordini del giorno approvati in assemblea la scorsa settimana sia contro le discariche nel comune di Roma che contro il termovalorizzatore previsto nel piano industriale di Ama, l’invaso sarà individuato nel perimetro del Comune. Cinque le cave inserite nella relazione congiunta, con in pole Tragliatella, nel XIV municipio, tra Roma, Anguillara e Fiumicino. Inserito invece tra i centri di stoccaggio – nonostante le proteste dei residenti (con una manifestazione al Divino Amore indetta per sabato prossimo alle 11) – il sito di Falcognana, sull’Ardeatina. Che potrebbe dunque fungere da sito di trasferenza in attesa dell’allestimento di Tragliatella.

Quanto invece al ricorso contro l’ordinanza del governatore Nicola Zingaretti, è fermo all’Avvocatura del Comune. Il Campidoglio però continua a tenere il punto e a fare i suoi distinguo. Il sito della discarica definitiva all’interno dei confini di Roma sarà infatti indicato solo dopo che la Regione avrà approvato il Piano Rifiuti. Regione che intanto dovrà individuare la discarica provvisoria, fuori del perimetro del Comune. Questa la posizione ribadita in serata.

Tra i residenti dei possibili siti crescono rabbia e paura. «Migliaia di cittadini a pochi giorni dal Natale si vedono coinvolti in qualcosa di orribile, l’apertura di discariche a colpi di ordinanza» , scrive Alessandro Lepidini, consigliere Pd in IX municipio e leader della protesta. «Prima di scegliere — continua Lepidini — avete il dovere di confrontarvi con noi».

Le parti torneranno ora a incontrarsi venerdì, quando verranno ufficializzate le decisioni del Campidoglio. Ama, dal canto suo, ha recepito le prescrizioni del documento e ha iniziato a preparare con Invitalia il bando per mandare i rifiuti all’estero, individuando inoltre quattro centri di stoccaggio. Oltre a quelli già in funzione di Rocca Cencia e di Ponte Malnome, che non chiuderà il 28 febbraio 2020, ma la cui attività dovrebbe essere prorogata a tutto il 2021, anche l’area di via dei Romagnoli, a Ostia, dove c’è il tritovagliatore Ama, e quella di Maccarese, sede dell’unico impianto di compostaggio della municipalizzata.

INTANTO MATTEO RENZI QUERELA MARCO TRAVAGLIO

Primo Piano

CORONAVIRUS Lazio – Il bollettino del 25 settembre

Pubblicato

in



CORONAVIRUS Lazio – Questo pomeriggio, la Regione ha diramato il bollettino medico odierno relativo ai contagi da Covid -19 

CORONAVIRUS Lazio – Le parole dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato: “Su oltre 11 mila tamponi effettuati oggi si registrano 230 casi, di questi 113 sono a Roma, e due  decessi. Stesso numero di ieri nonostante un aumento del numero dei tamponi, dati in calo a Roma e lieve aumento nelle province. Mantenere alta l’attenzione. Nelle scuole attualmente prevalgono i casi singoli con link extra scolastici soprattutto legati ad attività ricreative e conviviali, a dimostrazione che in prevalenza nelle scuole si stanno adottando le misure necessarie che però devono essere replicate anche fuori dai contesti scolastici. Nella Asl Roma 1 sono 40 i casi nelle ultime 24h e di questi tre sono di rientro, uno con link dalla Sardegna, uno dalla Lombardia e uno dalla Campania. Sono ventuno i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 2 sono 42 casi nelle ultime 24h e tra questi venti sono i contatti di casi già noti e isolati e sedici individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 3 sono 31 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quattro casi di rientro uno dalla Germania, uno dal Messico, uno dalla Toscana e uno con link dalla Sardegna. Diciassette sono i contatti di casi già noti e isolati e due casi individuati al test sierologico. Nella Asl Roma 4 sono 9 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale e sette sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 5 sono 16 i casi nelle ultime 24h e si tratta di sette contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 6 sono 19 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso di rientro dalle Marche, undici sono i contatti di casi già noti e isolati e due sono casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nelle province si registrano 73 casi e nessun decesso nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono ventidue i casi e si tratta di un caso di rientro dalla Russia e uno da Singapore. Un caso ha link ad un cluster di un matrimonio dove è in corso l’indagine epidemiologica e sono quattordici i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Frosinone si registrano trentuno casi e si tratta di nove contatti di casi già noti e isolati e quattro casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Rieti si registrano tredici casi e si tratta di un caso di rientro dall’Umbria e dieci casi con link ad un cluster noto dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl di Viterbo si registrano sette casi e si tratta di tre contatti di casi già noti e isolati”.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA