fbpx
Seguici sui Social

Attualità

ROMA RIFIUTI Tragliatella sito non idoneo

ROMA RIFIUTI Tragliatella sito non idoneo

Pubblicato

in



Abitazioni, scuole, aziende e allevamenti nei pressi del sito di Tragliatella. A rilevarlo è il M5S – XIV Municipio.

ROMA RIFIUTI Tragliatella sito non idoneo. A Tragliatella, come già è noto, è presente una delle cave indicate nella relazione della commissione formata da Regione, Roma Capitale e Città metropolitana utilizzabile per realizzare una nuova discarica.

Secondo il parere dei tecnici dunque Tragliatella risulterebbe tra le aree idonee ad ospitare impianti di trattamento e smaltimento o una discarica di servizio. Eppure, come è stato rilevato dal M5S – XIV Municipio, nei pressi sarebbero presenti abitazioni, aziende agricole, un allevamento ittico, due laghetti sportivi, una comunità terapeutica e una scuola dell’infanzia.

“In linea con le volontà della Sindaca e degli indirizzi dati dall’Assemblea Capitolina, che impegnano la Giunta a non derogare alle normative vigenti poste a tutela dell’ambiente e della salute pubblica, riteniamo che il sito di Tragliatella non possa, per i motivi sopra citati, ritenersi idoneo e debba essere, quindi, stralciato dall’elenco dei possibili siti da prendere in considerazione”, ha dichiarato Campagna, Presidente del Municipio XIV di Roma.

“Come gruppo siamo compatti e vicini alla Sindaca nel difficile compito che sta portando avanti per trovare una soluzione al complesso problema dello smaltimento dei rifiuti. Ci auguriamo che gli incontri tra Roma Capitale e Regione Lazio siano proficui e possano concludersi con delle soluzioni concrete nel rispetto dei luoghi, dei cittadini e delle normative vigenti”.

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità

Italia

CASO PROCURE – Palamara espulso dall’Anm

Pubblicato

in



CASO PROCURE – Palamara espulso dall’Anm: la decisione del sindacato delle toghe.

CASO PROCURE – Palamara espulso dall’Anm. Il provvedimento è arrivato per le gravi violazioni etiche di cui l’ex pm romano si è reso protagonista. 111 (su 113 votanti) i sì all’allontanamento. Solo 1 ha invece espresso parere contrario, mentre una scheda è risultata bianca. Respinto dunque il ricorso del magistrato (dal 2008 al 2012 presidente dell’Associazione), espulso lo scorso 20 giugno dal direttivo Anm per i fatti relativi all’inchiesta di Perugia.

Da magistrato e da cittadino che crede profondamente nel valore della giustizia equa ed imparziale, ribadisco che le decisioni devono essere rispettate. Con altrettanta forza però ribadisco anche di non aver mai barattato la mia funzione“, il commento dopo la sentenza di Palamara. Cui in mattinata l’assemblea del sindacato aveva prestato ascolto in merito alle ragioni del ricorso.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?