Seguici sui Social

Cronaca

Blitz antidroga a Centocelle e Quarticciolo: arrestato anche un minorenne

Pubblicato

in



Blitz antidroga a e : tra gli arrestati anche un minorenne.

Blitz antidroga a Centocelle e Quarticciolo. In azione i Carabinieri della Compagnia Casilina, che, in poche ore, hanno fatto scattare le manette per 3 persone, accusate di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra gli arrestati un 17enne romano, con precedenti: sottoposto a controllo in piazza San Felice di Cantelice, a Centocelle, è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish e di 80 euro in contanti. Successivamente è stata perquisita anche la sua abitazione, poco distante: nella camera da letto, i militari hanno rinvenuto altri 87 g della medesima sostanza e 14 di marijuana. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato, mentre per il giovane è scattata la detenzione presso il Centro di Prima Accoglienza per minori ‘Virginia Agnelli’. Qui rimarrà in attesa di essere convocato dall’Autorità Giudiziaria.

In via Ostuni è stato invece pizzicato un 34enne romano, già noto per i suoi precedenti negli ambienti della . I Carabinieri lo hanno colto a cedere alcune dosi di cocaina ad un giovane, identificato e segnalato come assuntore all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma. In possesso del pusher, fermato, sono state trovate altre dosi della stessa sostanza e denaro contante, provento dello spaccio. Arrestato, per lui sono stati disposti gli domiciliari.

Sempre in via Ostuni, all’angolo con via Manfredonia, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste hanno notato una 35enne romana assumere un atteggiamento nervoso alla loro vista. Sottoposta a controllo, i militari hanno scoperto, in una tasca interna della sua borsa, una bustina contente 15 g di cocaina. La donna è stata perciò arrestata e anche lei sottoposta agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

INTANTO RICCIARDI (OMS) FA CHIAREZZA SUI CASI ACCERTATI DI CORONAVIRUS

Pubblicità

Cronaca

ROMA Bimba di 10 anni muore dopo operazione all’orecchio: condannati 2 anestesisti

Pubblicato

in

Di



La bambina era morta nel marzo del 2014 a seguito di un’operazione all’orecchio.

Si è concluso il processo legato alla morte della bimba di 10 anni che nel 2014 era stata sottoposta presso la clinica Villa Mafalda ad un’operazione all’orecchio considerata di routine. Sono stati condannati a 2 anni di reclusione i due anestesisti con l’accusa di omicidio colposo, poiché per l’accusa si sarebbero allontanati dalla sala operatoria dopo aver somministrato l’anestesia. La pena è sospesa in quanto subordinata al pagamento di una provvisionale di  550mila euro da destinare ai familiari che si sono costituiti parte civile. Assolti dal giudice il chirurgo, un suo collaboratore e la direttrice sanitaria della struttura perché “il fatto non sussiste”.

ROMA, SGARBI SI CANDIDA SINDACO

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA