Salvini contestato anche dal figlio di Selvaggia Lucarelli

salvini lucarelli

Nel corso dell’evento organizzato oggi dalla Lega, Matteo Salvini è stato contestato dal figlio 15enne di Selvaggia Lucarelli. Il ragazzo è stato allontanato dalla Polizia.

Triste episodio per il segretario della Lega Matteo Salvini, contestato questa mattina dal figlio di Selvaggia Lucarelli davanti a tutti i suoi sostenitori. Il fatto è accaduto al gazebo allestito dal partito davanti al centro commerciale di Portello, nella periferia milanese. Tutto è iniziato quando, giunta sul posto, Selvaggia Lucarelli ha chiesto al segretario leghista come mai non indossasse la mascherina in mezzo a tutta quella gente, venendo di tutta risposta contestata dai suoi supporter. A quel punto, il figlio della nota opinionista è intervenuto e si è rivolto direttamente a Salvini: “Volevo ringraziarla per il suo Governo omofobo e razzista”. E ancora: “Lei vuole il male delle persone che vengono da altre nazioni”. Il ragazzo, 15 anni, è stato poi raggiunto dagli agenti, i quali hanno chiesto le sue generalità. Il figlio della blogger non è parso intimidito e ha ribadito la validità delle proprie opinioni.

SEGUICI SU TWITTER