Caravaggio in mostra a Roma

caravaggio mostra roma

I capolavori della collezione Longhi in mostra ai Musei Capitolini. Di Valentina Martinoli.

Anticipare di tre secoli la nascita dello scatto fotografico rendendo eterna una reazione di sorpresa e di ingiusto dolore: è il 1597 quando Michelagelo Merisi dipinge il Ragazzo morso da un ramarro, opera protagonista della mostra “Il tempo di Caravaggio – Capolavori della collezione di Roberto Longhi”, in corso presso le sale dei Musei Capitolini di Roma. Organizzata in occasione del cinquantenario della morte dello studioso e collezionista e curata da Maria Cristina Bandera, direttore scientifico della Fondazione Longhi, la mostra testimonia il merito di questo grande storico dell’arte nel rivalutare l’importanza della produzione caravaggesca in un’epoca in cui l’opera del pittore era ancora fortemente sottovalutata, insieme alla portata del suo messaggio. Apre il percorso espositivo un disegno realizzato dallo stesso Longhi, che riproduce il volto del giovane ricciuto colto di sorpresa dal morso del piccolo sauro; seguono quaranta dipinti di artisti operanti nel XVII secolo, accomunati dall’influsso dello stile del maestro lombardo: Carlo Saraceni, Mattia Preti, i fiamminghi Gerrit van Honthorst e Matthias Stome, Jusepe de Ribera, detto lo Spagnoletto. Quest’ultimo è presente con cinque bellissimi ritratti di apostoli, connotati da un realismo di stampo popolare che invece di inquinare la santità della figura la nobilita fino a portarla a un livello di comprensione universale. Di particolare rilievo inoltre La Negazione di Pietro di Valentin de Boulogne: la fragilità tutta umana del primo apostolo, narrata nell’omonimo episodio evangelico, viene collegata con un originalissimo fil rouge al topos dell’osteria seicentesca di memoria manzoniana, per poi intrecciarsi di rimando alla Vocazione di San Matteo realizzata da Caravaggio per la chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma.

Valentina Martinoli

Musei Capitolini, Sale espositive di Palazzo Caffarelli Piazza del Campidoglio, 1, Roma

Dal 16 giugno al 13 settembre 2020

Orario: tutti i giorni ore 9.30-19.30