Seguici sui Social

Ciao, cosa stai cercando?

Cronaca Roma

Politica

Matteo Salvini ne ha per tutti e denuncia il governo e Conte



PUBBLICITA

Il leader della Lega Matteo Salvini ne ha per tutti e denuncia il governo e il premier Giuseppe Conte.

Matteo Salvini ne ha per tutti e denuncia il governo e Giuseppe Conte. Il leader della Lega si appella all’Ordine dei giornalisti e attacca stampa e tv, rei di pubblicare notizie allarmistiche sul contagio da coronavirus: “Io mi domando: quei giornalisti, quei direttori e quegli editori che coscienza hanno? Sono arrivato alla conclusione che non siano distrazione, disattenzione, menefreghismo, ma una precisa strategia. A qualcuno il virus conviene. Tenerlo in vita anche in pieno agosto fa guadagnare soldi o voti. Altrimenti non si spiega il coro quasi unanime di giornali e tv per creare un allarme che non c’è”.

Sulle dichiarazioni del consulente del ministero della Salute, Walter Ricciardi, che ha ipotizzato il rinvio delle elezioni e della riapertura delle scuole se la circolazione del virus aumenta: “Solo proporre questa cosa è una follia. Gli italiani non meritano di vivere tra paura e terrorismo mediatico. Il diritto al voto come quello allo studio ce lo prendiamo, ci troveremo a Roma. Le scuole si aprono e le cabine elettorali si aprono, punto. Non scherziamo. Se pensano di fare questo non staremo a guardare. Credo che questo governo stia esagerando. Ogni giorno sento decine di medici, primari, infettivologi, infermieri. Fortunatamente la situazione è diversa da quella di marzo-aprile. Se qualcuno vuole provare a protrarre un’emergenza per guadagnarci soldi o per allontanare il voto avrà dei fieri oppositori in me, nella Lega, in tanti medici, in tanti cittadini”.

Quindi commenta le parole della ministra Azzolina che, a proposito del paragone salviniano tra scuole e lager nazisti, lo ha definito “un gaglioffo dai livelli trogloditi”: “Al di là degli insulti, io da papà aspetto di capire a che ora devo accompagnare mia figlia a scuola. Se mangia in mensa con gli altri bimbi, se va a scuola il sabato, se può andare in palestra. Otto milioni di genitori si aspettano queste risposte e questa passa il tempo a insultare. Ho letto l’intervista che ha rilasciato a Repubblica dove, piagnucolando, dice che io la attacco perché si mette il rossetto e si trucca le unghie. Ma questa veramente non capisce una mazza. Il suo problema è che è totalmente incapace di gestire la scuola. D’altronde se i 5 Stelle festeggiano stappando spumante la ricandidatura della calamità naturale Raggi a Roma ci sta che festeggino la Azzolina come ministro della Scuola”. Infine Salvini annuncia “una denuncia al governo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con l’aggravante del covid e di altri problemi sanitari. La Lega ha già attivato gli avvocati”.

PENSIONI SETTEMBRE: PAGAMENTO IN BASE AL COGNOME

  DECRETO SICUREZZA SALVINI: "Il PD è alla canna del gas"

PUBBLICITA

Ultime Notizie

Internet

Tra i giochi di casinò che hanno ottenuto migliori riscontri nell’arco di questo ultimo lustro, ci sono due attrattive che hanno lasciato il segno...

Coronavirus

L’allarme del Commissario all’Emergenza sulla situazione globale data dalla pandemia Roma. Domenico Arcuri lancia una dichiarazione densa di preoccupazione sul tema della pandemia da...

Cronaca

L’uomo aveva studiato un astuto piano per vendere dosi di droga malgrado fosse agli arresti domiciliari Roma. Un pusher di nazionalità cinese, con vari...

Ti potrebbe interessare


Ultime Notizie

Il testo integrale della “lettera aperta” che l’Arcivescovo ha scritto a Trump contenente accuse e rivelazioni sconvolgenti Una lettera dal contenuto incredibile che sta...

Coronavirus

Francesco Vaia su Facebook si è espresso contro il nuovo lockdown. Con una riflessione sui giovani: “Alla mancanza di futuro che non siamo stati...

Politica

Il M5S all’assalto della sanità privata. Il capo pro tempore Vito Crimi ha lanciato l’idea di “requisire i posti letto nella sanità privata”. D’accordo...

Attualità

“Immaginate 150 campi da calcio. Metteteli in fila uno dietro l’altro. Bene, sono le Strade nuove che abbiamo rifatto a Roma negli ultimi due...

Aggiorna le preferenze del consenso