Seguici sui Social
PUBBLICITA


Ultime Notizie

Shock per Luca Tommassini: rapitano e aggredito davanti casa

Avatar

Pubblicato

il

Shock per Luca Tommassini
PUBBLICITA


per – Il coreografo nella serata di ieri ha subito un duro colpo emotivo, una rapina che stava per costargli la vita

Shock per Luca Tommassini – Il coreografo di grandi star intenzionali ha vissuto momenti di paura e panico. Intorno le ore 23, mentre tornava nella sua abitazione a Trastevere, si è trovato ad aspettarlo due rapinatori che lo attendevano davanti al suo portone. Il 50enne è riuscito a scappare per le scale ma qui, è stato immediatamente raggiunto dai due che lo hanno immobilizzato e puntato poi la pistola alla tempia e alla gola. Sono riusciti a rubargli l’orologio, le chiavi di casa e dell’allarme. Sul posto è poi intervenuta la polizia.

LE PAROLE DI LUCA TOMMASSINI

“Avevano un borsone, accette, piccone e non so cos’altro, continuavano a stringermi e a strattorarmi. Li ho addirittura supplicati di un uccidermi, mi hanno puntato una pistola alla gola. Poi per fortuna sono arrivate le volanti, ma sono stato un’ora in balia di questi folli”.

Raggi al Costanzo Show: “I clan pianificavano un attentato contro di me”

Tamponi anche nei laboratori privati? Prime prove di accordo

Continua a leggere
Pubblicità

Ultime Notizie

Selfie accanto a Maradona morto: licenziato il dipendente delle pompe funebri

Avatar

Pubblicato

il

Di

Maradona selfie


Identificato l’autore del macabro scatto che ha suscitato reazioni di rabbia nel web e non solo

E’ costato caro lo scatto accanto al corpo senza vita del campione argentino. Diego Molina, questo il nome del dipendente dell’impresa di pompe funebri che si è fatto un selfie accanto alla bara, è stato infatti licenziato. Insieme ad altri due colleghi non ancora identificati, ha scattato la macabra foto ricordo accanto alla bara. Il tutto è avvenuto durante il trasporto del corpo dall’abitazione di Tigres, luogo dove Maradona è morto, fino al palazzo presidenziale a Buenos Aires.  Dopo che il selfie ha fatto il giro del web, l’impresa di pompe funebri Funeraria Pinier, situata a Buenos Aires, ha provveduto a licenziare Molina. Anche gli altri due colleghi saranno presti identificati: per loro si prevede la stessa sorte. Il gesto irrispettoso ha suscitato la reazione rabbiosa del web, dei tifosi e soprattutto dell’avvocato dell’ex calciatore, Matias Morla. Quest’ultimo ha già promesso vendetta: “È una canaglia, pagherà questa aberrazione“, ha scritto in un tweet.

Le scuse dell’impresa di pompe funebri

L’impresa si è scusata dell’accaduto, dichiarando che la salma è rimasta sola per pochi minuti, che sono stati però sufficienti ai tre per introdursi e scattare le foto. “Nel frangente in cui siamo usciti dalla sala per parlare con la polizia e coordinare la traslazione della salma alla Casa Rosada, quei tizi hanno scattato le foto”, hanno dichiarato i proprietari dell’impresa alla Naciòn. “Sono stati i due minuti in cui sono rimasti soli”. Proviamo vergogna perché Diego era tutto per tutti. È stato qualcosa che non avremmo mai pensato potesse accadere“, hanno concluso con rammarico.

 

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA