Seguici sui Social

Cronaca

Via Appia Nuova, ruba in una gioielleria: “Volevo fare un regalo a mia madre”

Avatar

Pubblicato

il

collane
PUBBLICITA


. Un 19enne è stato sorpreso dal proprietario di una gioielleria mentre rubava due collane del valore di 1800 euro. Il titolare ha allertato subito la ; con gli agenti del VII Distretto San Giovanni, che sono intervenuti insieme a quelli del commissariato Appio, il giovane si è giustificato dicendo che le collane erano un regalo per la mamma. “Volevo fare un regalo a mia madre per il suo anniversario di matrimonio“, avrebbe infatti detto a sua discolpa.

La dinamica dei fatti

I fatti sono avvenuti ieri mattina in una gioielleria in via Appia Nuova. Il giovane si è introdotto all’interno dell’esercizio commerciale con la scusa di voler fare un regalo alla madre. Quando poi si è trattato di perfezionare l’acquisto dei gioielli scelti, il ragazzo profittando del momento di distrazione del proprietario si è infilato sotto la giacca l’ espositore con due collane del valore di 1200 euro. L’esercente si è però accorto dello strano movimento del ragazzo, che nel frattempo si è rifiutato di restituire i gioielli, e ha segnalato l’accaduto al NUE 112. Al loro arrivo i poliziotti hanno recuperato entrambe le collane, una delle quali finita in terra e acquisita la testimonianza del gioielliere, hanno arrestato K.D., con precedenti di polizia a suo carico, per tentato furto aggravato.


Cronaca

LANUVIO 5 anziani morti in Rsa: la Procura apre un fascicolo

Avatar

Pubblicato

il

LANUVIO 5 anziani morti in Rsa: la Procura di Velletri apre un fascicolo

LANUVIO 5 anziani morti in Rsa. E’ accaduto nelle campagne della cittadina alle porte di . 10 gli anziani ospitati nella struttura, adibita anche a centro Covid. Oltre ai 5 di cui è stato già accertato il decesso, ce ne sarebbero altri in condizioni piuttosto gravi. Ad accorgersi di tutto e a dare l’allarme, questa mattina, un addetto: l’uomo era appena arrivato nella Rsa quando ha trovato privi di sensi i 10 ospiti e due operatori che si occupavano dell’assistenza. Ancora ignote al momento le cause dei decessi: gli inquirenti però sono praticamente certi che fatali sarebbero state delle esalazioni di monossido di carbonio. Al lavoro per chiarire la dinamica dei fatti i carabinieri di Lanuvio e di Velletri. La Procura della città veliterna ha invece aperto un fascicolo.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA