Bambin Gesù Neonato prematuro salvato da intervento straordinario

Bambin Gesù Neonato prematuro salvato da intervento straordinario.

Bambin Gesù Neonato prematuro salvato da intervento straordinario. Il piccolo è venuto alla luce alla 25esima settimana. Ad affliggerlo l’apertura del ‘dotto di Botallo‘, un’anomalia nella circolazione che avrebbe potuto essergli fatale. Fortunatamente il rischio è stato evitato grazie all’intervento dei medici. I quali lo hanno sottoposto a un intervento mini-invasivo per via trans-catetere in emodinamica. In questo modo, hanno chiuso il dotto senza dover ricorrere ad una procedura a torace aperto. Troppo da dover sopportare per un bambino di appena 1,2 kg di peso (730 g alla nascita). Che invece, poche settimane dopo l’intervento, è riuscito a tornare a casa con i genitori.

L’operazione si è svolta lo scorso 22 gennaio, nella sala di emodinamica del nosocomio romano. In azione una squadra multidisciplinare composta da cardiologi interventisti, cardioneonatologi, cardiochirurghi, anestesisti, neonatologi, radiologi e infermieri. Il tutto è durato circa 30 minuti e non ha registrato complicazioni. In breve tempo poi le condizioni del piccolo sono andate migliorando: in pochi giorni è riuscito a respirare autonomamente e a riprendere le funzioni vitali e quindi peso. Alla fine è stato dimesso, circa un mese e mezzo dopo l’intervento.