italia
italia

Italia agli ottavi, la prima maglia porta fortuna, scopriamo le origini della maglia azzurra

Italia agli ottavi dopo la vittoria contro la Svizzera dove ha esordito la prima maglia porta fortuna. Scopriamo le origini della maglia azzurra

L’Italia trionfa 3-0 contro la Svizzera con un gol di Immobile e una doppietta di Locatelli ed accede agli ottavi della competizione europea. Se nella prima gara gli “azzurri” si sono tinti di bianco, ieri ha esordito la maglia azzurra. La prima maglia che porta fortuna agli uomini di Mancini, con quella indosso non hanno mai perso. La prima maglia è stata anche scelta come la più bella dell’Europeo, ma come è nata ? Scopriamo le origini della maglia azzurra.

maglia azzurra europei
Maglia azzurra europei

LE ORIGINI DELLA MAGLIA AZZURRA

La storia risale a più di 100 anni fa. Il 15 Maggio del 1910 si disputa la prima gara ufficiale contro la Francia vinta per 6 a 2. La maglia è bianca con polsini e collo tricolore.

Italia Francia 1910
Italia Francia 1910

La leggenda narra che non si era ancora scelto il colore distintivo e si optò per il bianco per questioni neutrali, ma la versione più accreditata rimane quella dell’utilizzo del bianco ad onore della Pro Vercelli, all’epoca la squadra italiana più forte. La svolta arriva l’anno seguente precisamente il 6 gennaio 1911 quando L’Italia ospita L’Ungheria a Milano e si presenta in campo con la maglia azzurra.

la prima maglia azzurra
La prima maglia azzurra

La scelta fu motivata dal fatto che l’azzurro o meglio il blu Savoia era il colore stendardo della casa reale. Sulla maglia inoltre fu cucito lo stemma proprio dei Savoia. La Famiglia Savoia scelse questo colore per il loro regno prendendolo dalla tinta del manto della Vergine Maria che tradizionalmente è di colore azzurro. I Savoia erano molto religiosi e devoti alla Madonna.

Vergine Maria
Vergine Maria

Da quel giorno è stata mantenuta la tradizione per tutti gli sport e i ragazzi della nazionale vengono soprannominati “gli azzurri”. Anche il colore bianco è però rimasto e tinge le seconde maglie da trasferta.

Video Figc

LUCA SACCHI VALERIO DEL GROSSO INTERCETTAZIONI IMPORTANTI