vaccino AstraZeneca
vaccino AstraZeneca

“Richiamo con Astrazeneca se no al mix”

“Richiamo con Astrazeneca se no al mix”: il Ministero della Salute da l’ok.

“Richiamo con Astrazeneca se no al mix”. L’indicazione è valida per gli under 60 a cui sia stato già inoculato il siero anglo svedese. Di questo potranno ricevere anche la seconda dose, a patto che rifiutino quella con un altro vaccino. La decisione, anticipata ieri in conferenza dal premier Draghi, è stata ratificata dal Ministero della Salute attraverso una circolare.

Non decade tuttavia del tutto la linea cautelare: la priorità, recita il documento, resta al richiamo effettuato con vaccino a mRNA. Il no a questa opzione, “senza possibilità di convincimento”, avrà però una condizione: essere informati, in maniera “documentata e accurata” sui rischi di contrarre una trombosi venosa (VITT). Ciò sarà a cura del “medico vaccinatore o degli operatori del centro vaccinale”. A quel punto, l’under 60 dovrà solo fornire il proprio “consenso informato” prima di procedere all’inoculazione della seconda dose Astrazeneca.

INTANTO LA MAMMA DEL KILLER DI ARDEA SCRIVE AI PARENTI DELLE VITTIME