roma milan mourinho
roma milan mourinho

BODO ROMA Mourinho alza la voce: il retroscena

ROMA Mourinho alza la voce: il tecnico durante la gara di Conference League avrebbe pesantemente strigliato i suoi giocatori.

BODO ROMA Mourinho alza la voce. Si è fatto sentire lo Special One, riscaldando non poco il rigido clima vissuto in campo. Due i discorsi (anzi, le invettive) rivolti alla squadra: uno nell’intervallo, l’altro al termine della gara, poco prima della consueta conferenza stampa. Parole che sono suonate come bastoni sulla schiena per il tracollo europeo. Nel mirino alcuni giocatori, ritenuti, dal punto di vista fisico e tecnico, poco o per nulla adatti al suo gioco. “Non giocherebbero nemmeno qui in Norvegia o in Serie B“, avrebbe urlato riguardo a costoro. I quali, al pari degli altri compagni, hanno ascoltato senza fiatare.

Nessun’altra parola al rientro a Trigoria: subito tutti al lavoro in vista della delicata sfida al Napoli capolista. Al cospetto dell’ex Spalletti non sono ammessi altri passi falsi: i tifosi, fin qui sempre al fianco di squadra e società, non lo perdonerebbero. Serve invece rialzarsi e reagire, ma soprattutto farlo prima di subito. Con l’aiuto dei giocatori principali, 12-13 secondo quanto indicato da Mourinho. Che poi a gennaio dovrebbe riceverne altri due: uno a centrocampo, l’altro sull’out destro difensivo.