L’Italia è il paese con più giovani fumatori, i dati sconcertanti del ministero della salute

L'Italia è il paese con più giovani fumatori, il 4% inizia già alle elementari

L’Italia è il paese con più giovani fumatori, con un tasso di incremento superiore alla media Ue. Secondo le statistiche diffuse dal ministero della salute e dalla società italiana di malattie respiratorie infantili il 43% dei ragazzi prova le sigarette prima del liceo, in un età che varia tra i 14 e i 17 anni. Molta diffusa tra i giovanissimi (ragazzi delle elementari) anche la sigaretta elettronica con il 4,1%. Prima si inizia e più è difficile smettere spiegano gli esperti, visto che il cervello di un adolescente ancora in fase di sviluppo è più sensibile alle nicotina. Come spiega la pediatra Maria Elisa Di Cicco l’utilizzo delle sigarette elettroniche nonostante sia “più sano” aumenta il rischio di passare alle sigarette tradizionali, con il famoso effetto gateway. L’obiettivo delle aziende moderne ad oggi è proprio questo spiega, spingendo i giovani all’utilizzo delle e-cigs, di cui la maggior parte sono sottocategorie delle più grandi industrie di tabacco.

sigarette

LADRO UCCISO A SANTOPADRE : L’AUTOPSIA