Incidenti sul lavoro a Roma, due vittime in due giorni

Incidenti sul lavoro a Roma, bilancio drammatico nelle ultime ore nella Capitale

Incidenti sul lavoro a Roma, la piaga prende corpo. Lo testimoniano due episodi avvenuti in poche ore in zone diverse della città ma accomunati dallo stesso tragico esito: la perdita di una vita umana. La prima ieri in piazzale Gregorio VII, quartiere San Pietro: protagonista un operaio romeno di 41 anni, che si trovava su un’impalcatura al secondo piano di un palazzo. Precipitato per cause ancora da accertare, per lui non c’è stato nulla da fare. Sul caso indagano ora i magistrati della Procura Capitolina, che ipotizzano il reato di omicidio colposo.

Stessa età e mansione ma nazionalità italiana invece per la seconda vittima. Teatro, questa mattina, un circolo in via Cantelmo, zona Gianicolense: l’uomo è caduto da un trabattello, posto a circa 3 metri d’altezza, sbattendo violentemente il capo sul suolo. Secondo le prime ricostruzioni, al momento della caduta l’uomo era impegnato nel montaggio di un tendone per coprire un campo di padel. Trasportato al San Camillo, è stato operato per provare a ridurre la frattura al cranio. Le sue condizioni erano tuttavia disperate e alla fine l’uomo ha perso la sua battaglia. Immediato l’intervento sul posto dei Carabinieri, con il Nucleo Investigativo e i colleghi di Bravetta. Saranno loro ora a dover fare chiarezza sull’accaduto.