SANTA MARINELLA Rave party su terreno demaniale: intervengono i Carabinieri

SANTA MARINELLA Rave party su terreno demaniale 'sventato' dalle forze dell'ordine

SANTA MARINELLA Rave party su terreno demaniale. E’ quanto scoperto, nel pomeriggio di domenica scorsa, dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia. Il bilancio dell’operazione parla di 15 persone, 13 delle quali già note ai militari, deferite in stato di libertà. Devono rispondere di invasione, in concorso, di aree di proprietà dello Stato. Protagonisti dell’azione i Carabinieri di Santa Marinella, durante uno dei tanti controlli del territorio. Teatro una zona boschiva in località Tre Cancelli, isolata e coperta da una folta vegetazione: proprio qui infatti era stata segnalata la presenza di alcune persone intente nella consumazione di alcol unita all’ascolto di musica ad altissimo volume. Quando i militari sono giunti sul posto, ne hanno trovate 15, alcune delle quali visibilmente ubriache. Non solo: ad essere rinvenuto anche un impianto artigianale per la riproduzione di musica, alimentato da un gruppo elettrogeno. L’evento naturalmente è stato immediatamente interrotto e tutti i presenti identificati. Ai Carabinieri questi ultimi hanno raccontato di essersi dati appuntamento sui social per festeggiare il compleanno di un conoscente, ancora non arrivato. E infatti, mentre i militari procedevano al controllo, altre 10 vetture si sono avvicinate all’area salvo poi tornare velocemente indietro una volta scorte le volanti. Durante gli accertamenti, i Carabinieri hanno inoltre scoperto tra gli identificati alcuni partecipanti al rave nel Viterbese della scorsa estate e a quello a Roma dello scorso ottobre. Dopo la denuncia, tutti ora rischiano un divieto di ritorno a Santa Marinella.