COVID Atac e Ama, centinaia di dipendenti contagiati: servizi a rischio

COVID Atac e Ama, la variante Omicron sta mettendo in ginocchio le municipalizzate. Le ultime

covid atac e ama

Covid Atac e Ama sotto assedio. Tra positivi e quarantenati, non sono certo giorni facili per chi deve garantire l’essenziale, ovvero i trasporti e la pulizia. La crescita dei numeri, su entrambi i fronti, non accenna a diminuire: Atac conta infatti circa 100 autisti contagiati e altri 200 lavoratori finiti in isolamento. Fa peggio Ama, che perde in totale qualcosa come 400 operatori. Un’autentica disgrazia per due settori in cui Roma registra problemi praticamente dalla notte dei tempi.

COVID ATAC E AMA, NESSUNA PREOCCUPAZIONE

Nonostante ciò, dai vertici delle aziende minimizzano la gravità dei problemi. Ama, ad esempio, sottolinea come il dato (3% di lavoratori positivi, per lo più senza sintomi) sia inferiore all’incidenza nazionale. “Abbiamo attivato – spiegano dalla sede centrale – tutte le misure di tutela possibili. Ciò anche per garantire la continuità di servizio. In Ama non ci sono motivi di allarme“. Le fa eco Atac, che assicura: “Teniamo sotto controllo l’evoluzione dell’epidemia, ma i servizi sono coperti“. Ma alle porte per l’azienda c’è lo sciopero del trasporto pubblico, in programma il 14 gennaio. Un’occasione per discutere anche dei problemi della sicurezza dei dipendenti più esposti al contagio.

ARRIVA IL VACCINO ‘CEROTTO’