Liceo Orazio – Post con offese sessiste alle studentesse, prof rischia grosso

Nuovo caso di insulti alle ragazze in un istituto romano: dopo il Righi, stavolta tocca al Liceo Orazio

liceo orazio

Al Liceo Orazio le studentesse entrano (di nuovo) nel mirino. Nei giorni scorsi era stato il Righi a salire per lo stesso motivo agli onori della cronaca: una prof aveva infatti etichettato un’alunna come ‘prostituta’ dopo averla pizzicata a farsi un video a pancia scoperta. A stretto giro la storia si è ripetuta. Protagonista un altro docente, stavolta di sesso maschile. La sua colpa aver proferito attraverso il proprio profilo Facebook la seguente frase: “Oggi facciamo una preghiera, anche laica, per tutti quelli che mandano le figlie a scuola vestite come tr…“. L’uomo, insegnante di materie letterarie, in passato avrebbe lavorato proprio al Righi e solo da qualche mese farebbe parte del corpo dell’istituto di Montesacro Alto.

LICEO ORAZIO, PROF IN GUAI SERI

Le sue parole, pesantissime, hanno fatto in breve il giro delle chat di studenti e genitori. E, com’è normale in questi casi, hanno scatenato una ridda di polemiche e reazioni rabbiose. “Inammissibili“, le definiscono i membri del Collettivo dell’Orazio, che auspicano “un ambiente scolastico equo e inclusivo, dove nessuno debba sentirsi giudicato“. A prendere posizione è stata anche la dirigente d’istituto, che si è immediatamente dissociata da quanto affermato. Ma per il prof le condanne potrebbero non limitarsi alle parole: “Una persona che dice queste cose non può fare l’insegnante – attacca Mario Rusconi, presidente dell’Asso Presidi capitolini – I risvolti in questo caso sarebbero penali e il professore potrebbe anche essere licenziato“.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK