Ucraina trattative: si terranno al confine con la Bielorussia

Ucraina trattative: il sì di Zelensky

Dopo l’attesa per la scadenza dell’ultimatum russo agli ucraini, alle 13 italiane, adesso si aggiunge invece la notizia che il Presidente Zelensky abbia dichiarato che l’incontro tra le delegazioni ci sarà senza precondizioni. E si terrà al confine tra Ucraina e Bielorussia.

Una giornata piena di tensione, soprattutto dopo le dichiarazioni del I Presidente bielorusso Alexander Lukashenko che, in riferimento alle sanzioni internazionali che i paesi europei stanno infliggendo alla Russia condannandone le azioni, ha esclamato: “In una situazione come questa dovremmo essere consapevoli che ci sono tali sanzioni. Si parla tanto di settore bancario, gas, petrolio, Swift. È peggio della guerra. La Russia viene spinta verso una terza guerra mondiale”. Incita i paesi europei a fare attenzione e a stare alla larga dall’ipotesi di una terza guerra mondiale perché: “sarebbe una guerra nucleare, ovvero la fine di tutto”, tuonanti le sue parole.

In più, da segnalare, nella giornata di oggi, vi è l’ordine dato da Vladimir Putin alle Forze armate di mettere in stato di massima allerta le forze di deterrenza nucleare, dopo “le dichiarazioni aggressive” da parte della Nato.

Ucraina trattative – dove avranno luogo?

“Pronti per iniziare i negoziati a Gomel”, in Bielorussia. In una dichiarazione alla stampa, il portavoce della Federazione russa, Dmitry Peskov, citato da Ria Novosti, ha riferito che la delegazione di Mosca è arrivata in Bielorussia.

“In accordo con l’accordo raggiunto, la delegazione russa, composta da rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero della Difesa e di altri dipartimenti, compresa l’amministrazione presidenziale, è arrivata in Bielorussia per le trattative con gli ucraini”, ha fatto sapere Peskov.

L’Ucraina è dunque aperta alle trattative con Mosca, ma non in Bielorussa: lo ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, respingendo la proposta avanzata dal Cremlino.

“Vogliamo questo incontro, vogliamo che la guerra finisca ma abbiamo proposto ai russi qualsiasi città di un Paese che non ci lancia missili contro”, ha affermato in un video Zelenzky.

La città di Gomel è stata suggerita dalla stessa parte ucraina come sede per i colloqui. Pescov ha anche aggiunto che, seppur i colloqui con il vertice ucraino siano in corso, la Russia non sospenderà le sue operazioni militari in Ucraina.

Seguici anche su FB

Controlli Green Pass: weekend di fuoco nella capitale

 

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE